La Virtus Villa batte la Quaronese (2-0): per i biancocelesti è promozione

villadossola -

La differenza la fanno i giocatori esperti, Calloni e Primatesta. Firmano la vittoria che piega la Quaronese e fa salire la Virtus Villa in Prima Categoria. Un successo  meritato, figlio di un primo tempo giocato meglio dei biancocelesti, mentre la ripresa è equilibrata. Qui la differenza la fanno Calloni e Primatesta, capaci di mettere dentro due palle,  a differenze dei giocatori sesiani che di occasioni ne sciupano diverse. Eclatante quella all'86’ quando colpiscono  due volte i pali e poi non riescono a trovare la deviazione a 5 metri dalla linea di porta. Da registrare che a inizio ripresa la Quaronese aveva colto un’altra traversa, a conferma  di una ripresa giocata meglio del primo tempo.

Nel quale la partita è in mano alla squadra di Massoni. Ma il Villa impegna seriamente il portiere ospite solo due volte con Primatesta e con concretizza la mole di gioco. La Virtus gioca meglio e non sfrutta il vantaggio numerico perché la Quaronese resta in dieci al 28’ per un fallo da ultimo uomo del suo terzino destro, poi allontanato dal campo.  Più ordinata e quadrata la Virtus, più impegnata a colpire in contropiede la Quaronese. La ripresa vede la Virtus più in difficoltà, anche perché al 46’30'' esce il suo uomo migliore: Gionata Tomola. Che era stato capace di dettare i tempi al centrocampo ossolano e quindi alla squadra intera. Aiutato soprattutto anche da un buon Cugliandro.

Ripresa, dicevamo, equilibrata, con la Quaronese che fa i primi 25 minuti di buon calcio e il Villa che si difende affidandosi alle ripartenze.  Il gol che sblocca la partita arriva al 75’ quando Calloni, figlio d’arte, lavora un pallone sul lato sinistro: entrato in area infila a fil di palo la rete del vantaggio. La Virtus si complica la vita con l’espulsione all’80’ di Martinetti. Poi la sagra degli errori: la triplice occasione con i due pali, sciupata dagli ospiti e un gol già fatto mandato alle ortiche da Balzani in contropiede. In fase di recupero (sei  i minuti dati dall’arbitro) il raddoppio su punizione-bomba di Primatesta dal limite.

Poi, la festa finale per la promozione in Prima, categoria che a Villadossola mancava da un po’. 

Renato Balducci
Ricerca in corso...