L’assessore Marrone: “Sinistra e M5s vogliono tenere il Piemonte nel pantano”

“Da noi rivoluzione per ripartenza urbanistica” è il commento dell’esponente politico di Fratelli d’Italia

TORINO -

"Incredibile che sinistra e cinquestelle lottino per mantenere una burocrazia fatta di cavilli, attese e zavorre superflue, che rischia solo di generare disoccupati in questa emergenza senza precedenti" a dichiararlo è l'assessore alla Semplificazione della Regione Piemonte Maurizio Marrone , commentando le critiche delle opposizioni al capitolo "Urbanistica" del ddl Riparti Piemonte .

"Nel ddl Riparti Piemonte vi sono importanti semplificazioni per il rilancio dell’edilizia in crisi - spiega l'assessore Marrone -. Tempistiche tagliate, addio ai documenti prima obbligatori e procedure più snelle. Una boccata d'ossigeno che permetterà, tra le altre cose, di tagliare i passaggi in commissione tecnico urbanistica, agevolare gli interventi di ristrutturazione edilizia con demolizione e ricostruzione, consentire deroghe sulle distanze minime di fabbricazione e permettere destinazioni d'uso temporanee per il riuso di spazi dismessi. 

Con il nostro disegno di legge - aggiunge l'assessore Marrone - il Piemonte si pone all’avanguardia di una terapia shock per un comparto, come quello dell’edilizia, che dà occupazione a tantissimi lavoratori e segna il tasso di sviluppo di un territorio. La rivoluzione della semplificazione spazzerà via anni di immobilismo, dando una scossa al tessuto economico della Regione. O troviamo ora il coraggio di sbloccare i cantieri una volta per tutte, oppure l’economia non si risolleverà”.

Ricerca in corso...