Le virtù dei semi di cannabis

Tutti quelli che sono alle prese con la propria collezione di semi, molto probabilmente sanno quanto sono preziosi, conoscono le loro virtù e sanno anche dove trovare i migliori semi di cannabis online da collezionare.

Non solo i semi sono preziosi, anche la pianta di cannabis è ricca di virtù. In italia non è consentito coltivarla né portare i semi a germinare, ma poco a poco si sta riaffermando la filiera agricola e industriale e oggi c’è chi punta su questo mercato.

Le piante di canapa, infatti, sono resistenti e crescono praticamente in maniera spontanea, senza pesticidi o diserbanti. E’ una pianta che può ridurre l’erosione del terreno e contribuire a risanare quelli inquinati.

In Italia per lungo tempo si è approfittato della coltivazione di questa pianta perché poteva rappresentare una fonte di ricchezza. Poi nulla più.

I semi di cannabis, naturalmente non contengono quelle sostanze psicoattive che, appunto, in Italia sono illegali. Per questo è possibile comprarli e mangiarli.

Integrare i semi di cannabis nella dieta

Oggi i semi e i prodotti a base di semi di cannabis si possono trovare nei supermercati e in tutti quei negozi specializzati nella vendita di prodotti naturali.

Per chi non li avesse mai provati, bisogna sapere che è possibile spargere i semi di cannabis sopra lo yogurt, mischiarli ai fiocchi d'avena e ai cereali, aggiungerli al frullato, arricchire le insalate.

Oppure si può mangiare una manciata di delicati e romantici cuori di cannabis e pentirsi di non averlo fatto prima.

Ma anche mangiarli interi, col guscio e così, integrarli nella propria dieta quotidiana.

Una notizia da non dimenticare è che i semi di cannabis sono ricchi di omega.

Questa è una buona notizia per tutti quelli che seguono diete un po' troppo ristrette, o per chi ha scelto di non consumare pesce e carne.

I motivi sono vari, dalla salute all’etica, ognuno sceglie di cibarsi secondo un determinato stile e in base alle proprie preferenze.

Comunque gli omega sono un carburante vitale all’interno di una dieta equilibrata e chiunque si può assicurare di assorbirne grazie ai semi in generale e ai semi di cannabis in particolare.

I semi di cannabis possono aiutare a gestire il peso del corpo

Facendo attività fisica e seguendo una dieta adeguata, l’integrazione dei semi di cannabis all’interno della propria alimentazione può permettere di guadagnare, perdere o mantenere il proprio peso.

Sembra facile, sicuramente non lo è considerando i vari fattori connessi al raggiungimento di una vita sana e piena di benessere.

Comunque i semi di cannabis si possono gustare interi o senza guscio e si apprezzerà in ogni caso il loro sapore.

Sono un’ottima alternativa per chi volesse mangiare meno durante il giorno perché sono ricchi di fibre. E le fibre creano un senso di sazietà molto soddisfacente.

Invece, per quelli che desiderano aumentare il peso o mantenere la linea, i semi di cannabis possono rappresentare un superbo integratore.

Il sapore dei semi è molto piacevole e assomiglia a quello delle nocciole. E’ un sapore delicato, abbastanza neutro, quindi non invadente nel caso in cui si volesse preservare l’aroma dei cibi preferiti.

In più, aggiungendo semi di cannabis a piatti poco gustosi, si può rendere il pasto molto più piacevole.

Molte persone, quando “si mettono a fare la dieta” si ritrovano lamentare un’assenza di “sostanza” in piatti come le insalate e gli spuntini a basso contenuto di grassi, come lo yogurt.

Qualsiasi nutrizionista accetterà l’idea di aggiungere i semi di cannabis nei piatti proposti all’interno della dieta, anche nella preparazione dell’hummus o nelle zuppe di quinoa.

Aggiungere i semi di cannabis o i cuori di questi semi nei piatti più leggeri, non altera gli obiettivi che si vogliono raggiungere ma fornisce sapore e un bel pò di nutrienti extra.

Insomma, al di là degli obiettivi da raggiungere in palestra o sopra la bilancia, i semi di cannabis sono un modo speciale per iniziare la giornata e nutrire il corpo e la mente nel modo più sano possibile.

Ovvio ma da non sottovalutare

E’ naturale che una dieta ricca a livello di vitamine, di proteine vegetali e di grassi sani possa aiutare a creare una routine ottimale. Quindi bisogna sapere che tutto questo avviene anche grazie ai semi di cannabis

I semi di cannabis, interi, i suoi cuori e i prodotti a base di semi di cannabis possono fornire alcuni effetti positivi per il corpo dell’essere umano.

Ma, da sottolineare, questo avviene nell’integrazione dei semi ad una dieta già sana e varia di per sé.

I semi di cannabis non sono pillole magiche, anzi non esistono né pillole magiche né “ricette” definitive. La salute è il risultato di una complessità di fattori.

C’è chi ha potuto sperimentare una diminuzione nell'infiammazione delle articolazioni e nei muscoli e si pensa che questo sia dovuta ai grassi sani che si consumano anche attraverso i semi di cannabis.

C’è chi dopo aver integrato i semi di cannabis alla dieta inizia a sentirsi più energico o a percepire una maggiore resistenza durante il giorno.

Il fatto è che c’è un beneficio anche a livello di tempo, perché i semi si possono anche mangiare crudi da soli o aggiungerli velocemente alle ricette. E questo non implica di dover utilizzare tempo nella loro preparazione.

Un’altra informazione utile riguardo alle diete in cui è presente un buon livello di omega è quella che riguarda le funzioni cardiovascolari e la pressione sanguigna. Possono aiutare!

Per chi invece volesse semplicemente continuare a collezionare semi di cannabis è possibile reperirli in qualsiasi grow shop o nei negozi online come quello di Sensoryseeds.

REDAZIONALE I.P.
Ricerca in corso...