L'incompiuta galleria di Paglino... una storia tutta italiana

iselle -

‘’Iniziano i lavori di allungamento della galleria di Paglino, tunnel dove nel gennaio 2011 erano caduti massi che avevano interrotto la circolazione. L’intervento previsto da Anas sulla statale 33 riguarda l’imbocco Sud della galleria. I lavori inizieranno lunedì e dureranno un anno; sulla strada sarà istituito il senso unico alternato con semaforo’’. Così scrivevano i giornali otto anni fa

E’ una storia ordinaria di burocrazia italica quella che fa della galleria di Paglino un argomento da Gabibbo.

Ricordiamo che i massi caduti 8 anni fa, non erano altri che la conferma dell’instabilità di quel tratto di strada che da Iselle sale a Gondo. In passato altri massi avevano sfondato la parte sud della galleria, rischiando di colpire l'auto di un  tassista domese di rientro da Briga.  Progetti e appalti di Anas, promesse politiche, pressioni degli amministratori e la visita sul posto di ministri. Ma da anni la galleria di Paglino è ancora lì, incompiuta. Con una minima parte di lavori fatti, i ferri arrugginiti, i cartelli di attenzione posti perennemente da Anas. Una strada internazionale che rispecchia come vanno le cose in Italia.

Da Anas nessuna notizia, i governi e i parlamentari passano e anche per quest’estate – momento di grande transito di turisti dal Nord Europa -  la galleria di Paglino resta una galleria incompiuta. Campa cavallo che...

Ricerca in corso...