L’Istituto pubblico di Anzino a Roma per il convegno ‘dall’urbe ai monti’

Si approfondirà la storia di Anzino e dell’arrivo del “quadro miracoloso” nel paese anzaschino

bannio anzino -

Mercoledì prossimo, 13 novembre, si terrà a Roma, presso l’Istituto Portoghese di Sant’ Antonio, il Convegno “Dall’Urbe ai Monti, la devozione a Sant’Antonio di Padova da Roma ad Anzino”.
Dopo la tre giorni anzinese dello scorso settembre, i lavori proseguiranno nella sede romana, in cui si alterneranno alcuni insigni relatori che cercheranno, con le loro ricerche, di approfondire alcuni aspetti della storia di Anzino e dell’arrivo da Roma del famoso quadro miracoloso.
Parteciperanno alla giornata romana:
Alessandro Serra: “Le comunità nazionali a Roma: forestieri, devozioni, identità”.
Cesare Silva: “Gli anzinesi a Roma, tra emigrazione e fortuna. L’organizzazione, il lavoro e le vicende di una comunità”.
Stefano Della Sala: “Anzino, la sua chiesa e il Santuario di Sant’Antonio, storia, arte e architettura”.
Paolo Cozzo: “I Santuari antoniani italiani, geografia della devozione”.
Pietro Messa: “San Francesco tra il Sultano e Sant’Antonio e il mondo islamico, nell’ottavo centenario dell'incontro tra Francesco e il sultano”.
Damiano Pomi: “Il quadro di Sant’Antonio, iconografia ed arte, da Roma ad Anzino”.
Lydia Salviucci: “Un particolare genere di pala d’altare con l’immagine del Santo circondata da riquadri con scene della sua vita”.
Barbaro Aniello: “Il responsorio “Si quaeris miracula”, testo, musica e adattamenti a Santi diversi”.
La Comunità di Anzino sarà presente con il primicerio don Fabrizio Cammelli e una delegazione del direttivo dell’Istituto Pubblico guidata dal presidente Mattia Frisa.
A cura dell’Istituto Pubblico di Anzino sarà realizzata anche la diretta streaming visibile sulla pagina Facebook del Santuario di Anzino.

   

Ricerca in corso...