L'Unione delle Valli dell'Ossola divide la Valle Anzasca per i rappresentanti in giunta

DOMODOSSOLA -

L'Unione delle Valli dell'Ossola divide la Valle Anzasca per i rappresentanti in giunta. Proteste ieri in consiglio da parte del sindaco di Piedimulera Alessandro Lana e del sindaco di Bannio Anzino Pierfranco Bonfadini che al punto dell'ordine del giorno che prevedeva l'elezione della giunta si sono astenuti.

“Sono favorevole all'elezione a presidente di Bruno Toscani – ha detto Lana - e anche alla nomina del vice Marco Stefanetta. Confermo la volontà di iniziare un percorso nuovo per far ripartire quest'Unione in maniera più propositiva. Siccome il voto è unico e prevede oltre all'elezione del presidente e del vice della  giunta mi astengo. Proprio  perchè per quest'ultima sono state fatte riunioni anche se non ufficiali, senza che noi fossimo stati interpellati in pratica siamo stati lasciati fuori. Bastava invitare il mio comune e il comune di Bannio, magari avremmo anche condiviso la scelta dei due nomi che sono emersi.

La Valle dovrebbe essere unita per il suo bene. Sono venuto a sapere da esterni – h proseguito Lana - di questa riunione. Prendo atto da oggi che la Valle Anzasca parte da Calasca Castiglione e non da Piedimulera, per tanto in accordo con l'amministrazione chiediamo al Comune di Vogogna,  cioè al vicepresidente  Marco Stefanetta di essere il nostro assessore di riferimento.  La colpa di questa frattura- ha aggiunto Lana - non è mia.  La nostra posizione sull'Unione è sempre stata chiara noi volevamo uscire e andare con l'Unione Media Ossola siccome questa revoca in questo momento poteva portare alla perdita del finanziamento per le aree interne, proprio per la Valle Anzasca,  per responsabilità abbiamo deciso di rimanere fino a novembre. Ma se in questo lasso di tempo se l'Unione delle Valli dell'Ossola tornerà o inizierà a funzionare sulle questioni sociali possiamo rivedere la nostra scelta rimanere e lavorare insieme agli altri”.

Proteste  anche da Pierfranco Bonfadini. “Non siamo stati coinvolti nella scelta degli assessori  – ha detto  Bonfadini – avevamo Flavia Bianchi assessore uscente, per tanto era doveroso invitare un comune che fino ad oggi ha rappresentato la Valle Anzasca in seno all'Unione ed era un atto di cortesia nei nostri confronti la nostra esclusione credo sia una cosa esclusivamente politica. A fatto compiuto ho saputo di una riunione svoltasi a Pieve Vergonte organizzata non so da chi comunque con l'esclusione di Piedimulera e di Bannio Anzino. Decideremo in futuro come comportarci”.

 

Mary Borri
Ricerca in corso...