M5s: figuraccia della Lega, marcia indietro su proposta di aumentare stipendio agli assessori

Il gruppo consiliare: “Giusto che chi ha più responsabilità prenda di più: diminuiamo i compensi ai consiglieri”

TORINO -

"Mille euro in più per gli assessori regionali, la Lega fa marcia indietro. Ieri in Commissione bilancio abbiamo assistito al cambio di rotta sulla proposta di legge 'vergogna', a firma Preioni, che avrebbe determinato l'aumento dell'indennità ai componenti della Giunta.

Concordiamo sulla necessità di rimodulare gli emolumenti affinché a maggiori responsabilità e compiti corrispondano maggiori riconoscimenti. La strada da seguire è quindi quella che da sempre il Movimento 5 Stelle propone ed i suoi portavoce applicano in prima persona: ridurre i compensi dei Consiglieri regionali. Non certo aumentare quelli della Giunta come avrebbe voluto la Lega. E' necessario intervenire in quella parte di busta paga corrispondente ai rimborsi forfettari non tassati, 3.500 euro esentasse, che i Consiglieri intascano a prescindere dalle spese effettivamente sostenute. Dovrebbe inoltre essere previsto un meccanismo che permetta di parametrare lo stipendio in base alle presenze in Consiglio regionale e, soprattutto, nelle commissioni dove spesso si notano numerose assenze.

Sui costi della politica il Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale ha sempre preferito dare il buon esempio sperando di stimolare l'emulazione dei colleghi.

Ricordiamo infatti che è già possibile ridursi lo stipendi a prescindere dalle leggi in vigore. Dal 2014 al 2019 i Consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno destinato 1.699.159,33 € delle eccedenze degli stipendi alle esigenze del Piemonte.

Le risorse decurtate dagli stipendi sono andate ai capitoli del Bilancio della Regione non adeguatamente finanziati, alle imprese attraverso il microcredito regionale e all’edilizia scolastica. Sono stati inoltre supportati i territori colpiti da calamità naturali e sostenuti i volontari antincendio, la Croce Rossa e numerosi altri enti sociali”, così in un comunicato il Gruppo regionale M5S Piemonte.

Ricerca in corso...