Malescorto 2019, attesi centinaia di corti da tutto il mondo. Attivi i bandi per la partecipazione, scadenza 30 aprile

MALESCO -

Malescorto, ventesima edizione per il Festival Internazionale di cortometraggi. La rassegna tornerà a Malesco, in Val Vigezzo,dal 29 luglio al 3 agosto: da questa settimana sono online tutte le indicazioni per accedere alla selezione dei corti, che nel 2018 furono 654, da 35 paesi. Attesi anche quest'anno centinaia di corti da tutto il mondo. Il bando per la partecipazione – gratuita – al Festival è online sul sito ufficiale www.malescorto.it

Malescorto, Insieme a Cortinametraggio, è l'unico Festival internazionale di corti ambientato sull'arco alpino italiano: giunto all'importante traguardo della ventesima edizione è ormai diventato un appuntamento imprescindibile per gli amanti del genere, e non solo. Le cifre parlano chiaro: nella passata edizione centinaia di spettatori hanno affollato i luoghi del festival, a Malesco, borgo Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, a due passi dal Parco Nazionale della Val Grande. Ma è soprattutto il numero dei cortometraggi partecipanti a crescere di anno in anno: nel 2018 furono 654, da35 paesi del mondo. Un successo crescente, dunque, che ha permesso a questa piccola località di montagna nel cuore della Vald'Ossola di identificarsi, a livello internazionale, nella sua manifestazione più importante.

Il programma della 20ma edizione, in calendario dal 29 luglio al 3 agosto, sarà come sempre ricco: il cuore di Malescorto coincide con le proiezioni, ogni sera alle 21 presso il Cinema Comunale di Malesco, dei cortometraggi della Selezione Ufficiale. Sabato 3 agosto la giornata conclusiva, con le premiazioni e la proiezione dei corti vincitori.

Ogni anno il Festival (tra i suoi sostenitori Regione Piemonte, Ente Parco Nazionale Val Grande, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori delle province di Novara e VCO, Associazione Musei dell’Ossola e Centro Servizi per il Territorio Novara-Vco),sorprende per la qualità dei corti presentati e per la provenienza delle opere, che arrivano letteralmente da ogni angolo del mondo, donando un respiro internazionale alla rassegna.

Tra le novità dell’edizione 2019 ci sono "Malescorto web" e un concorso rivolto a tutti gli illustratori grafici e alle scuole. L'obiettivo del concorso, indetto dal Festival in collaborazione con l’Associazione Musei dell’Ossola, è quello di ideare 'laurel' e grafica in grado di caratterizzare l’intera linea identificativa della 20ma edizione del Festival. "Malescorto web Awards" apre la porta del Festival alle produzioni realizzate e diffuse in rete, che potranno essere iscritte alla sezione specifica solo attraverso una piattaforma online dedicata. Numerosi i premi previsti per i corti selezionati, che vanno inviati entro il 30 aprile 2019; al vincitore assoluto verrà assegnato il premio Malescorto, del valore di € 1.000. Un'attenzione particolare è rivolta anche quest'anno ai ragazzi delle scuole, grazie al premio Maleschools, del valore di € 300. Il premio Cinema e sviluppo sostenibile, sempre di € 300, sarà assegnato al regista del miglior corto ispirato a tematiche di carattere ecologico, in collaborazione con il Parco Nazionale della Val Grande. Da segnalare anche il premio "TrasmettereArchitettura" (€ 400),offerto dall’Ordine degli Architetti delle Province di Novara e VCO ed il riconoscimento "Volontariato e solidarietà". Menzioni speciali per il miglior corto documentario, di animazione e di finzione, affiancate dal premio del pubblico e dal riconoscimento per il miglior corto della Provincia del VCO.

Foto Riccardo Rapini

Ricerca in corso...