Massimo Sartoretti: "Basta chiudere strade per incuria. I soldi ci sono, cosa aspettate ad intervenire"

Il presidente di Ascom interviene dopo l'ennesima chiusura della SS337

DOMODOSSOLA -

Massimo Sartoretti, presidente di Ascom Vco, interviene sulla chiusura della SS337 dopo il cedimento dle manto stradale a Ponte Ribellasca. Sartoretti era intervenuto, sempre a sostegno dei commercianti della Valle Vigezzo, anche dopo la chiusura totale della strada di confne dopo la tragica frana di Meis che costò la vita a due cittadini elvetici nell'aprile 2018. "Una strada chiusa per incuria" attacca il presidente di Ascom Vco.

"Può sembrare una fatalità che proprio nei periodi delle feste, Ferragosto, Pasqua o Natale, qualche strada ossolana resti chiusa per frane, crolli o lavori - dice esasperato Massimo Sartoretti, presidente di Ascom VCO-. Accade da anni e non è
fatalità, ma il risultato di incuria e di tempi biblici per interventi definitivi di messa in sicurezza. Come sappiamo, in questi giorni è franato un tratto della Statale 337 della Valle Vigezzo, ora chiusa. Si parla di una riapertura a senso alternato il 23 dicembre: ce lo auguriamo di cuore per le attività della valle Vigezzo prima di tutto e, più in generale, per quelle ossolane che, con il traffico bloccato dal Ticino, risultano particolarmente penalizzate in questo periodo di acquisti natalizi
"

"I fondi per i lavori sono stati allocati, che cosa si aspetta? -aggiunge Sartoretti-. Sollecitiamo a velocizzare le operazioni di appalto e ad avviare i cantieri il più in fretta possibile per la messa in sicurezza della Statale e delle altre strade sempre a rischio. Diversamente, tra qualche mese, saremo di nuovo qui a raccontarci gli stessi identici problemi e a farne le spese continueranno a essere i frontalieri e le attività della zona"

 

Redazione
Ricerca in corso...