Nel cuore dell'Ossola il villaggio di Ghesc diventa laboratorio dove imparare, condividere idee e lavorare

MONTECRESTESE -

Il piccolo borgo di Ghesc, nel territorio di Montecrestese, ospita a luglio e agosto due workshop per studenti e neolaureati di Ingegneria e Architettura. E non solo, il villaggio laboratorio di Ghesc è un luogo dove imparare, condividere idee e lavorare. Situato nel territorio di Montecrestese è un piccolo villaggio medievale, abbandonato da più di un secolo, dove la maggior parte degli edifici è allo stato di rudere. Ogni anno, grazie alle iniziative curate dall'Associazione Canova, decine di studenti provenienti da diverse parti del mondo, ma anche adulti alla ricerca di un'esperienza stimolante unica nel suo genere, partecipano alle attività didattiche, pratiche e teoriche, con energia e passione, contribuendo alla rinascita del borgo.

Nel corso dell'estate 2019 saranno due i workshop principali rivolti a studenti e neolaureati dei corsi universitaridi Ingegneria e Architettura: l’esperienza diretta della costruzione con la pietra permetterà di osservare e comprendere l’architettura storica da una prospettiva unica, quella di chi l’ha concepita. In un territorio, quello della Val d'Ossola, che è ricco di testimonianze di architettura tradizionale, veri e propri gioielli e memorie datutelare e valorizzare.

Dal 2 al 10 luglio si terrà a Ghesc il primo workshop dedicato agli intonaci con calce e canapa. Durante il campo scuola i partecipanti verranno seguiti nella stesura di un termointonaco su muratura in pietra attraverso le fasi di rincocciatura, rinzaffo, intonaco e finitura. Verranno impiegati sia materiali attualmente in commercio chemiscele prodotte sul posto mescolando il canapulo derivante dalla coltivazione di canapa sativa del campo sperimentale realizzato a Ghesc.

'Architettura in pietra' è il nome del secondo workshop, in programma dal 5 al 13 agosto. Durante il campo scuola i partecipanti verranno guidati nella ricostruzione di una porzione di muratura portante in pietra a doppio paramento. La ricostruzione prevede l’inserimento e la realizzazione di un portale con stipiti ed architravi monolitici e volta di scarico. I temi affrontati interesserano, oltre alle specifiche tecniche costruttive, la geologia dei materiali lapidei e i leganti a calce.

Canova è un’associazione senza fini di lucro fondata nell’anno 2001 che prende il nome dal piccolo borgo medioevale della Val d’Ossola, oggetto del primo intervento di recupero. Scopo principale dell’associazione è il recupero e la valorizzazione dell’architettura rurale in pietra; accanto a questo trovano spazio diverse attività artistiche quali ad esempio concerti, mostre ed esposizioni. Tutti i dettagli, costi e modalità di iscrizione ai workshop estivi dell'Associazione Canova sono disponibili onlinesul sito www.canovacanova.com. Per ulteriori informazioni è possibile seguire la pagina Facebookwww.facebook.com/AssociazioneCanova. Contatti diretti via mail a associazione@canovacanova.com.

Ricerca in corso...