Neo dottoressa all’Insubria, arrivata dalla Val Vigezzo con una passione per la genetica

Prima sessione di laurea "quasi" normale dove la commissione ha ascoltato e laureato la studentessa collegata da remoto

VALLE VIGEZZO -

Curiosa, appassionata e attiva. Si è laureata questa mattina all’Università dell’Insubria Sveva Bonomi.

Si è trattato della prima sessione di laurea “semi tradizionale” nel senso che la commissione era in presenza nell’aula magna dell’ateneo in via Dunant anche se la studentessa era collegata.

Per Kilstrup-Nielsen Charlotte, docente di biologia molecolare e responsabile dell’orientamento per la laurea magistrale in Biomedical sciences, è stato un momento importante che ha concluso la prima parte dell’esperienza accademica della neo dottoressa Sveva, arrivata a Varese proprio grazie a un open day tenuto dalla stessa Kilstrup-Nielsen che ha anche seguito i lavori della tesi intitolata “ ASOs an important and promising tool to correct splicing errors involved in genetic diseases.”

La neo dottoressa arriva da Villette, un piccolo paesino della valle Vigezzo: « Sin da piccola – racconta Sveva – coinvolta dalla mia famiglia, ho partecipato alla vita del paese come volontaria nelle attività organizzate da Pro Loco e Comune, con attenzione a tutti i membri della comunità, dai più giovani, agli anziani. Così, quando sono arrivata all’Insubria ho apprezzato l’ambiente a portata di studente e il rapporto tra docenti e studenti molto costruttivo ed umano. Ho quindi cercato il modo di portare la mia esperienza di vita comunitaria proponendomi quale rappresentante degli studenti in commissione AiQua prima, e Consiglio di Corso e di Dipartimento poi».

La passione per la biologia e la genetica si manifestano sin da ragazzina: sceglie così di frequentare il corso di Chimica, Materiali e Biotecnologie Sanitarie presso l’Istituto Marconi Galletti di Domodossola dove incontra docenti bravi e preparati che la ispirano maggiormente.

La scelta dell’Insubria giunge grazie all’open day e alla giornata di orientamento per le aspiranti matricole: « Ho scelto di vivere l’esperienza da universitaria fuori sede a 360°, prima, partendo per l’Universitat Autonoma de Barcelona con il programma Erasmus, poi, entrando a far parte del team Enactus Insubria, partecipando a iniziative di orientamento e promozione, anche grazie al supporto dato dai docenti.
Durante la scorsa edizione di TEDx Varese ho preso parte a un talk sul tema “come immagini l’università tra 10 anni” e vinto una borsa di studio per la laurea magistrale in Insubria dove ho scelto di frequentare dal prossimo anno accademico il corso di Biomedical Sciences.
Voglio ringraziare oggi, tutte le persone – docenti (in particolare le proff.sse Gornati e Bossi),compagni, amici – che mi sono state vicine in questi anni, e che mi hanno accompagnato nel raggiungere questo primo, grande traguardo».

La sessione di questa mattina ha visto la presenza di  Luciano Piubelli docente professore di biochimica cellulare e di quello di metodologie biochimiche, nonché membro della commissione pratiche studenti, Elena Bossi docente di fisiologia generale e responsabile dell’orientamento per il dipartimento di biotecnologie e scienze della vita, Annalisa Grimaldi docente dell’insegnamento di biologia animale, tutor per gli studenti del primo anno di scienze biologiche,  responsabile dell’orientamento e del progetto PNLS per il corso di studio di scienze biologiche e Charlotte Kilstrup-Nielsen docente di biologia molecolare e responsabile dell’orientamento per la laurea magistrale in Biomedical sciences.

Redazione
Ricerca in corso...