Pestarena, celebrata Santa Barbara in ricordo dei minatori

Con la tradizionale messa al Pozzo Maggiore

macugnaga -

Saltata la cerimonia ufficiale del Ribasso Morghen a causa del maltempo si è invece tenuta la celebrazione della S. Messa a Pestarena all’interno del Pozzo Maggiore dove c’è l’imbocco della storica miniera d’oro, illuminato per l’occasione.

Prima della celebrazione religiosa è stata suonata la sirena che un tempo segnava l’inizio e la fine dei turni di lavoro.

Alla celebrazione, presieduta dal prevosto di Macugnaga don Maurizio Midali, erano presenti il sindaco di Macugnaga, Stefano Corsi, la rappresentanza dei Vigili del Fuoco di Macugnaga guidati da Gianluca Leidi. Per l’Associazione “Figli della Miniera” erano presenti il presidente Vincenzo Nanni e la vice, Ida Bettoni.
Fra i partecipanti anche Marino Bettoni, uno fra gli ultimi ad aver lavorato per la società AMMI, quella delle miniere aurifere.

Al termine della cerimonia è stato possibile andare a visitare il caratteristico “Presepe del minatore” realizzato dallo specialista Angelo Scandroglio all’interno della storica “Polveriera”.

Vincenzo Nanni ricorda: «Quest’anno la ricorrenza è stata assai limitata a causa della pandemia e del meteo avverso. Il prossimo febbraio saranno trascorsi 60 anni dalla chiusura della miniera d’oro, avremmo in mente di solennizzare l’avvenimento, ma vista l’attuale situazione, è difficile prevedere un adeguato programma, le idee ci sono, la volontà anche, non resta che sperare in una normalizzazione dell’attuale problematica sanitaria».

Ricerca in corso...