Pizzi sulla mancata messa alle Milani: "Non siamo disposti ad accettare veti da nessuno"

DOMODOSSOLA -

“Ho seguito con molta attenzione la vicenda della Santa Messa di inizio anno presso le scuole Milani” dice il Sindaco di Domodossola Lucio Pizzi ”e ho voluto quindi incontrare, unitamente all’Assessore all’Istruzione Daniele Folino, la Dirigente Scolastica Chiara Varesi con cui nell'ultimo periodo abbiamo costruttivamente collaborato per risolvere il problema degli spazi Milani-Rodari-Terezin. Credo di aver compreso la posizione della Dott.ssa Varesi, che di fronte alle rimostranze di un genitore ha agito in maniera cautelativa applicando l’art. 311 del Testo Unico della Scuola.”

“Preciso subito” continua il Sindaco “che questa vicenda va discussa senza nessun tipo di strumentalizzazione politica e religiosa: la questione giuridica sullo svolgimento della Santa Messa non è stata sollevata da famiglie praticanti altre confessioni religiose ma, da ciò che mi è stato riferito da altri genitori, da un italiano di origine.”

“Per indole, educazione e connotazione culturale sono per il rispetto di tutte le idee e di tutte le sensibilità” dice ancora il Sindaco Pizzi  “ma non dimentico che la mia candidatura nasce nel solco di una precisa volontà: quella di una Domodossola che conservi con grande cura la sua cultura, le sue tradizioni, i suoi valori.

“Pur consapevole della laicità dello Stato non intendo permettere si venga meno alla nostra storia: la Santa Messa, il Crocifisso e il Presepe sono simboli non soltanto religiosi ma di appartenenza a una comunità che deve trovare nelle proprie radici la forza per tenere vivi i propri valori fondanti. E’ in forza di questi valori, cui non intendo assolutamente rinunciare, che dall'incontro con la Dirigente scolastica delle scuole Milani sono state individuate alcune linee guida su cui si opererà da subito.
Nei prossimi giorni, in orario extrascolastico, si svolgerà la Santa Messa di inizio anno per le scuole Milani. Alla funzione potranno partecipare tutti gli allievi che lo desiderano, in assoluta libertà: di certo io sarò presente, unitamente all’Assessore Daniele Folino.
Per ciò che riguarda il prossimo anno, in attesa di un approfondimento normativo e procedurale che mi sono riservato di fare, abbiamo temporaneamente convenuto  che l'orario scolastico effettivo avrà inizio alle ore 9 e che la Santa Messa di inizio anno si svolgerà tra le ore 8 e le ore 9 del primo giorno di scuola, formalmente in orario extrascolastico. La partecipazione alla funzione risulterà chiaramente libera”.

“Ritengo ci siano, a tutela di chi ne sente il bisogno, le dovute modalità per non assoggettarsi a situazioni percepite come discriminanti. Mi permetto però di dire, con tutto il rispetto, che forse il valutare di trattenere altrove i propri figli nell’occasione di una singola Messa avrebbe potuto  essere invece testimonianza  di attenzione nei riguardi della quasi totalità della popolazione scolastica e delle loro famiglie”.

“Pur nel rispetto di tutti, a difesa dei nostri valori più profondi non siamo disposti ad accettare veti da nessuno. A chi non piacesse una Domodossola di questo tipo dico da subito rassegnatevi: non permetterò che dopo la Messa qualcuno pensi di passare ai veti sul Crocefisso e sul Presepe,altrimenti verrò io personalmente a montarli nelle scuole”.

Redazione on line
Ricerca in corso...