Polemica a Naters per un'antenna 5G sul tetto di un hotel

L'impianto di Swisscom è contrastato da chi teme conseguenze dovute alle radiazioni

Naters -

Il 2021 è iniziato con una polemica a Naters, la cittadina svizzera di 10.322 abitanti nell'Alto Vallese, a due passi da Briga.

Swisscom, la società svizzera di telefonia, sta progettando una nuova antenna 5G da installare sul tetto di un hotel per migliorare la rete mobile. Ma i contrari al 5G vogliono impedire il progetto.

 Lo scrive il giornale Walliser Bote in un articolo di Matthias Summermatter.

“Il volume di dati che i nostri clienti trasmettono sulla rete aumenta notevolmente ogni anno. La nostra infrastruttura 4G non può più essere ampliata in molti luoghi ”, dice al giornale vallesano la portavoce di Swisscom Sabrina Hubacher. "Se non possiamo espandere la nostra rete oggi, rischiamo la congestione dei dati in futuro’’.  Quattro antenne 5G sono già in funzione nel comune di Naters. Ma in zona c’è chi si oppone e anche il comune di Naters ha confermato che sono state ricevute obiezioni in merito all’installazione. ‘’Gli oppositori - si legge sul giornale svizzero - parlano di radiazioni dannose per la salute. E va detto che in Svizzera, i valori limite sono notevolmente più severi di quelli raccomandati dall'Organizzazione mondiale della sanità.

Ricerca in corso...