Preioni incontra Tanza: “Lavoro di squadra con Cirio per aiutare i gestori delle discoteche costretti alla chiusura”

“Non si può espellere un intero settore dal nostro tessuto produttivo per decreto motivato da ragioni sanitarie senza prevedere forme di indennizzo che ne garantiscano riapertura e sopravvivenza”

DOMODOSSOLA -

Il presidente del gruppo Lega Salvini Piemonte Alberto Preioni ha incontrato questa mattina Tiziano “Tanza” Tanzarella, il titolare della discoteca “Trocadero” di Domodossola che si è “incatenato” alla sua consolle per protestare contro la chiusura dei locali da ballo decisa dal governo. Nel corso dell’incontro, il presidente Preioni ha avuto un confronto telefonico con il governatore Alberto Cirio, che si è subito detto disponibile a portare le istanze dei gestori all’attenzione della Conferenza Stato-Regioni così da immaginare forme di sostegno per queste attività costrette alla serrata imposta da Conte.

“Sono i paradossi di un Paese che chiude le discoteche ma che spalanca i porti a un’immigrazione incontrollata e tollera qualunque tipo di assembramento, arrivando persino ad autorizzare la festa del Pd -sottolinea il presidente Preioni-, un’Italia che ha continuamente bisogno di capri espiatori per giustificare lo stato di emergenza sanitaria imposto dal governo: prima erano i runner che correvano in solitudine nei parchi, ora sono i giovani e i titolari dei locali che offrono loro un divertimento sano e controllato. Dice bene Tiziano Tanzarella quando ricorda che 'se per salvare il mondo bisogna chiudere le discoteche, qualcuno deve salvare le discoteche'. Non si può espellere un intero settore dal nostro tessuto produttivo con un semplice decreto motivato da ragioni sanitarie senza prevedere forme di indennizzo che ne garantiscano la riapertura e la sopravvivenza dopo un lockdown che di fatto dura da sei mesi e con spese insostenibili. Per questo motivo ho immediatamente chiamato il presidente Alberto Cirio che si è detto ben disponibile a portare le istanze di Tiziano Tanzarella e di altre decine di gestori alla prossima Conferenza Stato-Regioni, in modo che Roma possa finalmente farsi carico delle loro richieste”.

Ricerca in corso...