Premio letterario internazionale "Salviamo la montagna", tutti i vincitori

Le premiazioni dell'undicesima edizione si terranno sabato 10 ottobre

Toceno, Cavergno -

La giuria ha decretato i vincitori dell'edizione 2020 del premio letterario internaazionale "Salviamo la montagna".

"Questa undicesima edizione del premio - spiegano gli organizzatori - è stata caratterizzata dalla crisi dettata dalla pandemia, ma non per questo ha riscontrato meno successo di partecipazione rispetto agli anni precedenti. Varie le regioni di provenienza degli autori: Grigioni italiano, Ticino, Piemonte, Veneto, Lombardia. La sessantina di testi giunti alla Giuria è stata attentamente valutata e ne è scaturita la seguente classifica".

Di seguito i vincitori.

Per la categoria Narrativa, Premio Plinio Martini, il primo posto è stato assegnato pari merito a Maria Pia Pallotta Parlanti (Preglia di Crevoladossola) con Ul Pian dul Scricc e a Fabio Copiatti (Belluno) con Sofia e la grande nevicata. La seconda posizione è occupata da Alberto Jelmini (Ascona) con La nascita del vitellino, terzo posto per Sonia Galli-Fonti (Lugano) con Il sonno delle gemelle.  Elena Giudici, Carlo Bava e Marco De Ambrosis sono stati segnalati per i loro scritti.

La sezione Poesia vede premiati al primo posto Maria Rosa Corti (Tremezzina) con Pietra Sangue, Fabiola Schneebeli (Bellinzona) con Genti e Sergio Di Benedetto (Ologna) con Alpe san Michele, rispettivamente al secondo e terzo posto. La Giuria ha pure segnalato le poesie di Maria Lina Bocchetta, Francesca Negroni ed Eli Mordasini.

Vincitore unico nella sezione Emigrazione è Rocco Cavalli di Avegno, con un testo dal titolo la casa dell’emigrante.

Giornalismo ha privilegiato l’articolo di Marco Travaglini (Torino) dedicato alla figura di Nino Chiovini: Nino Chiovini e l’eredità della cultura di montagna. Elia Stampanoni (Bigorio) si aggiudica il secondo premio con l’articolo apparso sul settimanale Azione, dal titolo Quando il suolo si scalda. La terza posizione è di Alessandra Longo (Oulx) il cui testo Alpi Cozie. Parchi. Per chi? è stato pubblicato sul periodico Passaggi e Sconfini. Segnalati anche i giornalisti Luisella Mazzetti per l’articolo Quando ad Agaro si andava a scuola d’estate e Matteo Giottonini con Lungo la solitaria scala nel cielo del Pécianett.

Tutti i testi premiati si potranno consultare sul sito della Fondazione Valle Bavona (www.bavona.ch) a partire dalla metà di ottobre.

La cerimonia di premiazione di questa edizione del Premio letterario internazionale avrà luogo a Cavergno, sabato 10 ottobre 2020, alle 15.00 presso la Sala multiuso. Gli interessati a partecipare sono invitati ad iscriversi contattando la Fondazione Valle Bavona (091 754 25 50),in quanto, per rispetto alle norme sanitarie vigenti, il numero di posti è limitato.


 

 

 

   

Ricerca in corso...