Presepi sull'acqua cresce ancora: 30 mila i visitatori dell'ultima edizione

La manifestazione ha avuto importanti ricadute economiche e turistiche per il territorio. Rai, Mediaset e molte testate nazionali ne hanno parlato

Crodo -

Archiviamo con successo la sesta edizione di 'Presepi sull’acqua'. Delle migliaia di persone che hanno deciso di ammirare le installazioni rimane un ricordo un po' nostalgico -ammette con un pizzico di malinconia Pasquale Folchi, consigliere del Comune di Crodo, che da quest'anno ha assunto il coordinamento di questo ed altri eventi organizzati dall'amministrazione guidata dal Sindaco Ermanno Savoia-. Ora il silenzio è tornato a impossessarsi di strade, sentieri, vicoli, angoli di Crodo e delle frazioni, dove il tempo pare essersi fermato”.

I Presepi sull'acqua della sesta edizione hanno realmente lasciato a bocca aperta i numerosissimi visitatori. Le stime degli organizzatori (basate sui passaggi all'info point, sulla partecipazione alle escursioni guidate, sul numero di mappe distribuite e sul numero di bus giunti) parlano di 30.000 persone giunte appositamente in Valle Antigorio.

Presepi sull'acqua conferma dunque il suo forte valore turistico in un panorama nazionale, quello dedicato agli eventi natalizi, sempre più ricco di offerta. L'evento promosso dall'amministrazione di Crodo vince per originalità e autenticità. A testimoniare questo successo ci sono in primis i commenti sulla pagina Facebook dell'evento e sui diari che i curatori avevano predisposto in tutte le installazioni, che formano un coro unanime di apprezzamento. Stupiscono le provenienze di alcuni visitatori: non mancavano certo persone provenienti da Piemonte e Lombardia, ma moltissime hanno raggiunto la Valle Antigorio appositamente da Liguria, Lazio, Trentino, Emilia-Romagna, dal sud Italia e dalla Svizzera.

Accompagnando i mille visitatori, un numero da record per questa nuova iniziativa realizzata in collaborazione con l'Ente Aree Protette Veglia-Devero, che hanno scelto di visitare i nostri presepi approfittando delle escursioni guidate dagli accompagnatori del Parco, mi sono reso conto che moltissime persone non conoscevano affatto il territorio di Crodo, e molti non conoscevano persino la Val d'Ossola -afferma Pasquale Folchi-. Ho toccato con mano la voglia di scoprire usi e abitudini, modi di vivere e di pensare degli abitanti che hanno saputo dare vita agli oltre sessanta Presepi sull'acqua, tutti da fotografare e tutti da ammirare.

C’è dunque, nei confronti dei curatori -prosegue-, un sentimento misto di ammirazione, orgoglio e riconoscenza da parte di chi si trova ad amministrare questo Comune: i nostri concittadini hanno dimostrato grande capacità e tenacia nel conseguire un risultato al di là di ogni aspettativa. Un grazie sincero va a Laura Lazzaroni, appassionata ideatrice dell'evento, e a tutti coloro che hanno consentito questo straordinario successo e un invito fin da ora a pensare alla prossima edizione: i nostri Presepi sull'acqua non mancheranno di stupire i visitatori che vorranno tornare e tutti coloro che saranno presenti per la prima volta”.

Nelle parole del consigliere Pasquale Folchi, a nome di tutta l'amministrazione crodese e in primis del Sindaco Savoia, c'è la soddisfazione di aver creduto e lavorato per un appuntamento ormai fondamentale per la piccola comunità ossolana. Presepi sull'acqua si conferma anche quale formidabile vetrina per tutto il territorio ossolano. Numerose sono state infatti le apparizioni mediatiche delle ultime settimane: articoli sono stati pubblicati da Corriere della Sera, La Repubblica, Tgcom24, Ansa, Dove, in tv sul Tg1 e all'interno del magazine di Studio Aperto.

L'appuntamento ora è per dicembre, con la 7a edizione di Presepi sull'acqua.

Foto di Marco Benedetto Cerini

Ricerca in corso...