Pronta la giunta di Cirio. Vco escluso?

Pare che non ci sia nessuna delega per il consigliere Alberto Preioni

TORINO -

 

E' questione di poche ore e la giunta del neo presidente Cirio vedrà la luce. Dopo giorni di indiscrezioni, voci e smentite è arrivato il giorno della tanto attesa squadra che supporterà il governatore del Piemonte per i prossimi 5 anni. Purtroppo, se non ci saranno sorprese dell'ultimo minuto, il Vco non avrà nessun rappresentante in giunta. Il recordman di preferenze Alberto Preioni (eletto sia nel listino dle presidente sia nel proporzionale) infatti sembra fuori dalla lista della giunta. Alla Sanità andrà Luigi Genesio Icardi, sindaco di Santo Stefano Belbo; a Marco Gabusi, di Canelli, dovrebbero andare le Infrastrutture, a Fabio Carosso da Coazzolo, l'Urbanistica e la montagna e alla biellese Elena Chiorino (anche lei primo cittadino, a Ponderano) Istruzione, lavoro e formazione. A Matteo Marnati, novarese (assessore esterno) dovrebbero andare le deleghe per Ambiente, innovazione e ricerca; all’alessandrino Marco Protopapa quelle legate all'Agricoltura; a un'altra biellese, Chiara Caucino, il Welfare, Famiglia e Bambini; all'alessandrina Vittoria Poggio Commercio, Turismo e Cultura. Andrea Tronzano, recordman di preferenze in Forza Italia, avrà le deleghe su Bilancio e Attività produttive, e Roberto Rosso i rapporti con il Consiglio regionale, affari legali, contenzioso, diritti civili e soprattutto la delegificazione. Infine Fabrizio Ricca si occuperà di Sport, Giovani e Polizia locale e Partecipate.

Redazione on line
Ricerca in corso...