Quando la casa di Anna era una piccola accogliente redazione

Con la radio faceva da tramite col marito Luciano, impegnato sul Rosa a soccorrere gli alpinisti in difficoltà

macugnaga -

Ossolanews ha ricordato il lutto di queste ore che ha visto spegnersi Anna Nava, di 84 anni. I funerali si terranno oggi pomeriggio nella sua Macugnaga.

Anna era persona generosa: ci aveva ospitato a casa sua diverse volte, trasformandola in una piccola ed accogliente redazione.

Anna era la vedova di Luciano Bettineschi, il ‘gatto del Rosa’’, una delle più note guide di Macugnaga.

Abitava a Borca ed era quasi impossibile per noi vecchi cronisti non passare a trovarla qualvolta si arrivava a Macugnaga o non ricevere qualche telefonata con cui lei segnalava qualcosa che nella sua valle non funzionava a dovere.

Era stata per noi preziosa negli anni in cui i telefonini non esistevano: fare base a casa Bettineschi era inevitabile.  Contavamo molto sull’aiuto di Anna.

Ogni qualvolta scattava l’allarme per uno o più dispersi sul massiccio del Rosa si saliva in auto sino a Borca e ci si ‘’insediava’’ a casa di Anna.  Lei era la sola che potesse darci notizie continue  di come stessero procedendo  le ricerche di dispersi sul massiccio del Rosa.  Attraverso le radio ricetrasmittenti era il solo modo per sapere cosa succedesse tra le nevi e le nebbie della Dufour o della Gnifetti o su alla Zumstein o alla Nordend. Insomma, il solo filo di collegamento per poter raccontare poi sui giornali il giorno dopo le imprese dei soccorritori impegnati a salvare qualcuno o, purtroppo, a recuperare le salme di chi sul Rosa ci ha lasciato la vita. Anna era in contatto con Luciano quando le condizioni meteo lo permettevano. Ci ha sempre ospitato con amicizia e la massima disponibilità.  

Un legame di affetto che non era mai venuto meno.

Ricerca in corso...