''Recuperiamo l'ex caserma della Forestale di Ceppo Morelli''

Il sindaco Giovanni Consagra rilancia l'appello dopo aver chiesto aiuto alla politica

CEPPO MORELLI -

Sta cadendo a pezzi  la vecchia caserma della Forestale a Ceppo Morelli. Un esempio di come le istituzioni  abbandonino un patrimonio  che è di tutti. E così, il sindaco del paese anzaschino ha lanciato l’allarme per chiedere aiuto e recuperare la caserma  affinché possa tornare utile proprio ai carabinieri forestali.

Lo ha fatto nell’incontro tra i sindaci della valle, che è servito a delineare una linea comune di sviluppo dell’Anzasca, che tutti hanno detto ricca di peculiarità, ma anche di criticità.

Giovanni Consagra, sindaco di Ceppo Morelli, ha così lanciato il suo sos. Ricorda che dopo aver già sollecitato la Regione si è rivolto anche al deputato Enrico Borghi per avere ascolto. La chiusura ha lasciato i Forestali di Macugnaga senza una caserma in valle, tanto che l’ex sindaco del paese, Livio Tabachi, aveva ‘prestato’  anni fa un ufficio comunale affinché gli agenti avessero una sede.  Il Comune vorrebbe ora rientrare in possesso di quell'’ufficio e  così Consagra ora torna a far pressione perché la vecchia caserma venga recuperata e riadattata all’uso.

Una situazione che è anche frutto della confusione nata con un decreto legislativo che ha visto i Forestali assorbiti dall’Arma dei carabinieri. L’azione, promossa dal Governo Renzi  non ha portato a risparmi perché, prendendo d’esempio solo l’ Ossola ma così è in tutta Italia, i forestali continuano  ad utilizzare le loro vecchie caserme e non sono ospitati in quelle dell'Arma.

In Anzasca la situazione è più problematica, proprio perché la Forestale non ha una sua sede. ‘’Sarebbe giusto dare una caserma ai forestali che operano in Anzasca – dice Consagra  - , per questo  mi sto impegnando affinché si recuperi lo stabile che sta cadendo a pezzi. Purtropp però sono anni che il Comune scrive, senza risultati’’.

Ricerca in corso...