Sanità, Maurizio De Paoli: ''La Fondazione è un esempio di dialogo nella nostra provincia''

DOMODOSSOLA -

‘’Ho letto le vostre amare, ma realistiche, considerazioni su una Provincia che sta autodistruggendosi. Negli anni '80, come amministratore comunale, ero stato tra quanti speravano che una provincia "tutta nostra" fosse una grande occasione di autogoverno... Purtroppo così non è stato’’. Lo afferma Maurizio De Paoli, per anni esponente politico di spicco dell’alto Novarese prima e del Verbano Cusio Ossola poi, che interviene dopo le nostre considerazioni sulla ‘’morte’’ della provincia, alla quale stiamo assistendo sul tema sanità, ma anche sui altri temi che dilaniano il territorio.

De Paoli oggi è però presidente della Fondazione Comunitaria che sta cercando con la sua linea e le sue iniziative di muoversi diversamente dalla politica, unendo invece il territorio con interventi che ne fanno un corpo compatto.

‘’Non presumiamo certo di poter cambiare le cose –dice De Paoli come presidente - , ma ci sforziamo di tenere aperti canali di dialogo, puntando su progetti condivisi, come è stato fatto "miracolosamente" per il Progetto Soccorso Sicuro (per i Vigili del Fuoco Volontari). Oggi presenteremo un progetto sull'autismo che interesserà l'intero VCO e stiamo lavorando a un progetto per l'Aib e a uno per il Soccorso alpino, tutti momenti di condivisione e occasioni di coesione. Di più non possiamo fare, né presumiamo di avere le forze di poter fare’’. 

 

Renato Balducci
Ricerca in corso...