Santa Maria Maggiore pianifica la stagione turistica. Cottini: “Crisi covid può diventare opportunità di rilancio”

Riconoscimento di primo Comune montano del progetto 'Covidless Aproach & Trust'

SANTA MARIA MAGGIORE -

Lanciare il cuore oltre l’ostacolo. È quello che sta facendo – e bene – il Comune di Santa Maria Maggiore che guarda avanti, dopo la pandemia da Coronavirus e sta già pianificando la stagione turistica estiva. Con la risposta dei vacanzieri che non si fa attendere: sono infatti già tantissime le richieste per un soggiorno a Santa Maria Maggiore e, più in generale in Valle Vigezzo, nella stagione più calda dell’anno, con i turisti che cercano soprattutto case in da affittare, anche per periodi lunghi, che travalicano i mesi di luglio e agosto.

E che Santa Maria Maggiore sia “sul pezzo” lo dice anche il riconoscimento di primo Comune montano con 'Covidless Aproach & Trust', che è il nome del progetto curato da un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Management dell’Università di Torino. “Occorre ragionare sulla fruibilità turistica dei territori, andando incontro alle aspettative dei turisti e ribaltare il punto di vista usando l’emergenza Covid per ripensarsi e superare la crisi” ha spiegato stamane durante la conferenza stampa organizzata presso la Sala Mandamentale del Comune di Santa Maria Maggiore, il professore Paolo Biancone, coordinatore del progetto Covidleess Approach & Trust.

La crisi Covid-19 può diventare un’opportunità di rilancio”. Ne è davvero convinto il sindaco Claudio Cottini. Per questo il Comune propone un calendario di eventi estivi, ovviamente ripensati e rimodulati in base alle disposizione per la sicurezza previste dal Coronavirus. E così non mancheranno due iniziative cardine dell’estate di Santa Maria Maggiore: la rassegna 'Musica da Bere' e il festival letterario 'Sentieri e Pensieri'.

Avremo una nuova location, quella del Parco di Villa Antonia che ci dà la possibilità di avere un’entrata e un’uscita diverse ma si potrà utilizzare anche – in caso di pioggia – il teatro, fino ad una capienza massima di 200 posti. A tutto ciò si aggiunge un servizio in streaming” ha sottolineato Cottini.

Ma saranno tante anche le novità: “Accanto ad escursioni e a momenti per vivere la natura in forma lenta – ha evidenziato la responsabile dell’ufficio turistico del Comune, Monica Matteiproponiamo una serie di eventi denominato 'IncoronAzione', ovvero Azioni culturali contro il virus: recitazioni, letture e piccoli concerti che verranno organizzato utilizzando come palcoscenico balconi e scorci caratteristici del paese e che verranno fruiti dai turisti in modalità 'movimento', ovvero direttamente passeggiando per le vie e le piazze del borgo”.

Ricerca in corso...