Sarà inaugurato lunedì 24 agosto il ripristinato sentiero per l’Alpe Fluh

Verrà intitolato a Ugo Gozzi

macugnaga -

I volontari del Cai Macugnaga, con in testa il presidente Antonio Bovo, hanno completato la sistemazione dello storico sentiero che da Pecetto sale all’alpe Fluh, un antico alpeggio di cui si era quasi totalmente persa la memoria.

L’idea era venuta dopo che i forestali regionali avevano pulito il bosco e rifatto il sentiero fino al limite della pineta.

Il sentiero, già molto frequentato ed apprezzato, sarà intitolato a Ugo Gozzi. La storia di famiglia così lo ricorda: nato nel 1940 a Piedimulera da Iolanda Scesa e Paolo Gozzi nel 1940. Farmacista, buon alpinista e cacciatore; profondo conoscitore delle montagne d’Ossola con particolare riguardo per quelle anzaschine.

La famiglia aveva una casa a Pecetto costruita dal nonno Giovanni Scesa. Quest’ultimo era conosciutissimo in Ossola come “ul Nin Scesa”, in quanto grossista di animali da carne e da latte.

Il vice presidente del Cai Macugnaga, Flavio Violatto aggiunge: «Nel tratto di sentiero che oltrepassa il torrente Tambach, i volontari hanno aggiunto un tocco poetico creando le "Vaschette degli Gnomi" formate dalle acque del torrente e rendendo ancor più piacevole e fruibile un luogo di per sé già ideale per famigliole che desiderino offrire ai loro bambini una pausa rinfrescante».

L’inaugurazione è stata inserita fra le gite (quest’anno poche, promosse dalla locale sezione Cai a causa delle restrizioni imposte dai programmi anti Covid-19) e le uscite “Sui sentieri dei monti” con don Maurizio Midali, prevosto di Macugnaga.

Il sentiero dell’alpe Fluh va così a completare un magnifico percorso ad anello denominato “Giro degli alpeggi”: Pecetto, alpe Fluh, alpe Bill, alpe Sonobierg, alpe Meccia, Staffa, Pecetto alla scoperta di luoghi carichi di storia e memoria.

Ricerca in corso...