''Segna, pago a fine mese....'' . Ad Antrona il libretto della spesa resiste al passare del tempo

antrona -

C’era una volta...... Iniziano così molti racconti di come era in passato la vita quotidiana dei nostri paesi. Ma ad  Antrona Schieranco alcuni rituali  sono ancora un’abitudine quotidiana.

Lo scopri nel negozio-cooperativa che Gigi Motetta gestisce da ormai 14 mesi, da quando, nel gennaio 2018, decise di cambiar vita e da impiegato in una ditta privata passò a vendere prodotti alimentari dietro il bancone. Una nuova vita per lui, ma anche per la Cooperativa antronese che cercava un commerciante che la tenesse in vita. E tra le montagne si sa come la presenza di un negozio possa essere importante per un paese.

‘’Le cose vanno bene, la clientela c’è e turisti se ne vedono sempre di più’’ ammette Motetta che tutti i giorni sale da Villadossola, dove abita con la famiglia, per lavorare alla cooperativa dove lo aiuta Ugo Pianavilla. 

Qui, nel negozio che si affaccia sulla piazza della chiesa,  comperi  i prodotti che servono per il vivere quotidiano e poi esci .......senza pagare. Tranquilli: non è che pane, formaggio, pasta, vino e altri generi alimentari ve li regalino!

E’ che vige ancora il motto ‘’segni e pagherò’’. E’ come un tuffo a ritroso nel tempo, quando questo avveniva in tutti i negozietti di paese, con i libretti della spesa rigorosamente con la copertina nera.  

Quando Gigi Motetta apre il cassetto, spuntano alcune decine di piccoli libretti della spesa. E’ su questi, intestati ad ogni persona, che lui segna il costo della spesa quotidiana fatta dal cliente, che poi salda il conto a fine mese. Come avveniva  tanti anni fa nei nostri paesi ma anche in altre parti d'Italia. Prima che il progresso, ma anche i furbetti che poi non pagavano, facesse sparire questa abitudine.

Il libretto della spesa, ad Antrona, è ancora una consuetudine. Sì, d’accordo, per i turisti Gigi ha anche il pos, il lettore per pagare con carte di credito e carte di debito, ma agli antronesi torna comodo ‘’far segnare’’ e  saldare una volta sola, a fine mese.  ‘’Una comodità per loro – dice Gigi – , un servizio che qui è ancora apprezzato’’. 

Renato Balducci
Ricerca in corso...