Stop dei treni internazionali con la Svizzera, Locatelli scrive al presidente della Provincia

Cresce la preoccupazione tra i frontalieri

vco -

C'è grande preoccupazione per l'annuncio della sospensione dei treni internazionali con la Svizzera. Dal Coordinamento dei frontalieri Antonio Locatelli sta seguendo l'evolversi della situazione. E ha ora inviato una missiva al presidente della provincia. "E' di ieri - scrive ad Arturo Lincio - la notizia che a seguito delle disposizioni anti Covid messe in atto dal governo Conte i treni internazionali saranno sospesi anche in Svizzera , già in questi giorni grazie alle dichiarazioni quantomeno inapproppriate  comparse su un giornale Ticinese che accusava i frontalieri di essere la causa del nuovo aumento di contagi in Ticino le acque sui lavoratori frontalieri sono tornate ad agitarsi e adesso ci si mette anche il governo che probabilmente facendo di tutta l'erba un fascio rischia di appiedare 5000 frontalieri . Inoltre il tempo stringe perchè una decisione definitiva sarà presa entro il 13.12.2020. Sono pertanto a chiedere a Lei signor Presidente una presa di posizione urgente e importante in merito, perché per l'ennesima volta rischiano di pagare i lavoratori frontalieri" .

 

 

Ricerca in corso...