Strada provinciale chiusa e niente Internet, disguidi e polemiche in Valle Anzasca

Un cartello scritto a mano annuncia la chiusura della strada

CALASCA CASTIGLIONE -

Ieri la Valle Anzasca ha vissuto una pagina importante segnata dall’apertura del nuovo viadotto sul rio Meggiana.
Oggi è invece arrivata una nuova Ordinanza Provinciale (n° 419) dove si legge: “Strada Provinciale 66 di Macugnaga, il giorno 23 dicembre 2020 - tra le progressive: km 5+348 e Km 5+528 in Comune di Calasca Castiglione, nel tratto a senso unico alternato regolato da impianto semaforico/movieri , ci sarà la  possibilità di brevi chiusure per un massimo di 30 minuti, per esecuzione di getti di calcestruzzo, dalle ore 08:30 alle ore 12.00”.
Di diverso tenore il cartello scritto a mano e appeso ad uno dei cartelli stradali dove si legge: mercoledì 23/12/2020 dalle ore 8.30 alle ore 12.00 STRADA CHIUSA.
Considerato che domani sarà l’ultimo giorno in cui ci si potrà spostare con una certa autonomia prima del ritorno in zona rossa e che siamo nell’imminenza del Natale, sembra che tale cartello sia poco rispettoso dell’Ordinanza in essere e ancora meno degli utenti della strada provinciale.
Anche la tempistica dell’avviso parrebbe essere assai limitata.
Sempre nello stesso tratto stradale e fino al 31 dicembre prossimo resta vietato il transito ai mezzi di peso complessivo a pieno carico superiore a 24 tonnellate. 
Considerando il collegamento Internet, altro settore di modernizzazione, oggi indispensabile per la scuola DAD, per il lavoro da remoto, per la normale attività amministrativa, per il commercio risulta che l’operatore Eolo lascia i suoi utenti senza segnale nell’intera Valle Anzasca e questo inconveniente si sta ripetendo con una certa frequenza anche senza eventi meteo negativi.

Walter Bettoni
Ricerca in corso...