Strage di pecore sulle alture di Carcoforo

Probabilmente in fuga da un branco di lupi sono cadute in una rupe

bannio anzino -

Strage di pecore sulle alture di Carcoforo, in alta val d’Egua a ridosso del territorio di Bannio.

Un centinaio di capi sono finiti, per cause in fase di accertamento, in un burrone perdendo la vita.

Le cronache narrano di un episodio poco chiaro e plausibile. Se le pecore scappano e cercano una improbabile via di fuga l’ipotesi più probabile potrebbe essere quella dell’attacco di un branco di lupi, ma saranno gli accertamenti in corso da parte dei veterinari dell’Asl coadiuvati dalle guardie dell'azienda faunistico venatoria di Carcoforo-Rimasco a stabilire cause e modalità dell’episodio.

Da parte sua Enzo Bacchetta sotto linea: “Nella zona di Bannio, adiacente a quella dell’accaduto, si sono ripetutamente avute predazioni da parte dei lupi e anche le montagne di Carcoforo sono già state teatro di attacchi similari”.

L’avvenimento ha creato allarme fra i pastori che in questi tempi popolano con le loro greggi e i loro armenti le montagne valsesiane ed anzaschine.
L’ingente danno subito dal pastore, che con oltre mille capi popola le alture valsesiane del Col d’Egua, riporta alla luce l’annoso problema della tutela e del rimborso del danno subito da parte degli organi preposti.

Il rischio potrebbe essere quello di non avere la certezza della colpevolezza del lupo e quindi la perdita sarebbe ad esclusivo danno del malcapitato allevatore.

Ricerca in corso...