Tamponi a chi torna dall’estero, la Regione manda rinforzi a Malpensa e apre gli accessi diretti nelle Asl

Molti i piemontesi provenienti da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

TORINO -

Il Piemonte dà una mano alla Lombardia per eseguire i tamponi ai viaggiatori, molti dei quali cittadini piemontesi, in arrivo all’aeroporto Malpensa provenienti da Spagna, Grecia, Croazia e Malta.

L’assessore regionale alla Sanità del Piemonte Luigi Icardi ha chiesto al commissario dell’Asl Città di Torino e direttore pro-tempore del Dipartimento regionale malattie ed emergenze infettive (Dirmei),Carlo Picco, di mettere immediatamente a disposizione della Sanità lombarda il personale necessario a consentire che i test previsti dal Ministero vengano effettuati a tutti, e non solo ai cittadini lombardi,  direttamente in aeroporto, per velocizzare la procedura ed evitare il disagio e la necessità di un successivo passaggio presso i servizi delle Asl. Analogo servizio è già svolto dal Dirmei all’aeroporto di Caselle, a Torino.

Sempre sul fronte dei tamponi per chi rientra dall’estero, l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte ha chiesto a tutte le Aziende sanitarie regionali di predisporre un punto di accesso diretto in modo che i test possano essere eseguiti anche sul momento, senza più bisogno di prenotazione (che rimane comunque l’opzione preferibile, per evitare code e assembramenti).

 

Ricerca in corso...