Un lettore si lamenta del 'porta a porta' a Montecrestese: "Per chi ha una seconda casa è un disagio"

MONTECRESTESE -

Un lettore che possiede una casa per le vacanze a Montecrestese, segnala una problematica legata allo smaltimento dei rifiuti. Un problema, secondo il lettore, che nasce dalla raccolta differenziata porta a porta adottata dal Comune di Montecrestese nei mesi scorsi.

intendo segnalare un problema che, da ormai oltre 6 mesi, affligge tutti i proprietari di seconde case nel comune di Montecrestese.

Al termine dello scorso anno, l'amministrazione comunale ha deciso di sostituire  il metodo di raccolta dei rifiuti passando dai contenitori comuni, posizionati presso ogni frazione, alla raccolta porta a porta.

Questa è una soluzione che può andare bene per i residenti, ma non certo per i villeggianti ed i turisti che vogliono trascorrere  qualche giornata nelle varie frazioni del comune, nelle proprie abitazioni secondarie o nei luoghi all'aperto.

La raccolta porta a porta prevede infatti  il ritiro dei rifiuti secondo un calendario settimanale, attraverso il posizionamento dei singoli contenitori (carta, vetro, plastica, umido) sulla pubblica via da parte dell'utente.

Il vacanziero del fine settimana, impossibilitato ad utilizzare questo tipo di servizo, è pertanto costretto a portarsi i rifiuti a casa e smaltirli presso il proprio comune di residenza, non avendo in loco alcuna possibilità di farlo.

Poi ci sono anche coloro che prefericono sbarazzarsi dei propri rifiuti abbandonandoli nella prima piazzola di sosta della SS33, dando luogo ad una manifestazione di inciviltà che è sotto gli occhi di tutti.

Deve pertanto essere trovata una soluzione per tutte le persone che come il sottoscritto, desiderano godere delle bellezze offerte dall'Ossola e trascorrere i fine settimana presso la propria abitazione nel comune di Montecrestese.

Dopo tutto, la tassa per la raccolta dei rifiuti non è il corrispettivo per un servizio? Purtroppo questo servizio, ad oggi, non è stato garantito ma il comune, più volte interpellato di persona e via PEC non ha saputo dare delucidazioni in merito.

In altri comuni ad esempio Verbania, sono a disposizione dei proprietari di case non residenti dei contenitori abilitati da tessere per lo smaltimento dei rifiuti. Potrebbe essere una soluzione utile anche per Montecrestese?

Confido pertanto, con questa mia segnalazione, che la neoeletta amministrazione comunale sappia far fronte, a stretto giro, a questa problematica che si protrae irrisolta da ormai troppo tempo.

Lettera firmata

Redazione on line
Ricerca in corso...