Una giovane novarese la ragazza morta ai piedi dell'Andolla

Valentina Mora era appassionata di escursioni in alta montagna in solitaria

antrona -

Era una grande appassionata di montagna e sport la giovane novarese morta dopo essere precipitata all’inizio della via normale che porta al Pizzo Andolla. Valentina Mora di San Maurizio d'Opaglio è stata trovata questa mattina dopo una notte di ricerche. Era partita in solitaria sabato mattina da Cheggio per raggiungere il Pizzo Andolla. Dei testimoni che l'hanno incrociata ieri e le hanno parlato hanno raccontato che aveva detto di voler poi scendere dal versante svizzero, ma purtroppo sull'Andolla probabilmente non è mai arrivata. Difficile capire cosa sia accaduto, unica certezza è che il suo corpo è stato trovato in fondo ad un dirupo dopo un volo di diversi metri.
Sul blog-magazine 'Altitudini.it' la giovane aveva postato alcune escursioni in solitaria. Nel profilo di presentazione Valentina scriveva: "Vivo a San Maurizio d'Opaglio. Amo da sempre la montagna, ma solo recentemente la passione per l'arrampicata mi ha portata ad avvicinarmi all'alpinismo; alpinismo che spesso pratico in solitaria e “all'antica” raggiungendo qualunque vetta senza l'ausilio delle funivie. Il mio è un principio di rispetto verso il paesaggio montano, sempre più “contaminato” dagli impianti". La salma della giovane è stata recuperata dal Soccorso Alpino e dai militari del Sagf dopo che i famigliari ieri sera avevano lanciato l'allarme per il mancato rientro di Valentina.

redazioe on line
Ricerca in corso...