Uncem: collaborazione con Eolo per la banda ultralarga nei territori montani

Divario digitale, troppo pochi i Comuni finora cablati con fibra

Roma -

Uncem ha confermato nei giorni scorsi in un webinar con i Sindaci e gli Amministratori locali, la collaborazione con Eolo per ridurre il digital divide e portare la connettività senza fili a banda ultralarga sui territori. Uncem ha rilevato come, anche durante il lockdown, sia stato grazie a operatori come Eolo che moltissimi pezzi di Alpi e Appennini - imprese, pubblica amministrazione, cittadini - abbiano avuto la possibilità di telelavorare, di connettersi, di avere un adeguata connessione. Eolo e altri operatori wireless hanno sfidato i divari tramite loro investimenti che secondo Uncem devono entrare in una lungimirante strategia di Paese, attenta da ridurre le sperequazioni anche digitali.

Le connessioni FWA, wireless, senza fili, sono una soluzione fondamentale che può permettere un'accellerazione del Piano banda ultralarga , oggi troppo troppo lento. Uncem lo denuncia da tempo. I Sindaci sono mobilitati. Troppo pochi i Comuni finora cablati con fibra. Se la fibra venisse portata a torri e ripetitori, sarebbe molto pi semplice agire con ai piani di connettività "senza fili", aumentando capacità di azione e ricezione. È su questo fronte che anche Uncem sta agendo e lo ha scritto ai vertici delle Istituzioni. È urgente mettere a fattor comune competenze e asset di rete di tutti gli operatori infrastrutturali (in primis l'FWA nei piccoli Comuni e nelle aree montane),col duplice obiettivo di accelerare la digitalizzazione di tutto il Paese e, non meno importante, evitare inutili e costose duplicazioni infrastrutturali.

Ricerca in corso...