Compleanno in Val Grande per la direttrice di 'Donna Moderna'

vco -

Annalisa Monfreda, direttrice del settimanale “Donna Moderna”, ha scelto la Val Grande per festeggiare con alcuni amici i suoi 40 anni. Nei giorni scorsi ha camminato sui sentieri della Val Grande e trascorso la notte nel bivacco In La Piana. Al rientro su facebook ha postato alcune foto e degli appunti del suo viaggio che sono senz'altro una bella “pubblicità” per il nostro territorio.” Non c’è gesto più rivoluzionario del camminare. Lo penso appena riemersa da due giorni nella Val Grande – scrive Monfreda- la più vasta area selvaggia d’Italia, il Parco nazionale meno conosciuto del Belpaese.
I suoi confini li raggiungi solo camminando. Una volta in cresta, la Val Grande è ai tuoi piedi: una conca ricoperta da una foresta per gran parte impenetrabile, che attraversi in un continuo saliscendi lungo pochi sentieri severi, alcuni ben segnati altri che riemergono dal passato, come piccole tracce di un tempo in cui l’uomo ha addomesticato anche questi pendii. Attraversare la Val Grande – prosegue - significa prendere atto della forza di questa natura, che nel giro di 50 anni è riuscita a godere di ottima salute, testimoniata dal ritorno di vipere, cervi, tassi, faine, aquile reali. La Val Grande oggi è protetta dalla fatica che ci vuole per raggiungerla e per molti è una fortuna. Eppure vorrei che non fosse così. Ambienti di questo tipo ci fanno riflettere sul nostro impatto quotidiano. Ci restituiscono la fiducia che ogni passo indietro che facciamo non è invano. Che ogni metro quadrato che restituiamo alla natura, è un metro guadagnato a un equilibrio di cui facciamo parte anche noi Camminare è un gesto rivoluzionario se cominciamo a farlo in tanti”.

Ricerca in corso...