Daoro e il Crodo si dicono addio dopo un campionato a due volti: bene all'andata, meno al ritorno

Crodo -

‘’Potevamo e speravamo di fare di più. Abbiamo esagerato all’andat,a poi nel ritorno siamo tornati sulla terra’’. E’ sincero Davide Daoro, allenatore del Crodo che ha chiuso a 38 punti il campionato di Seconda Categoria, dopo essere stato per un po’ in piena zona play off.  La squadra alla fine dell’andata era in testa al campionato a pari  con la Quaronese (27 punti),poi nelle 13 partite del ritorno ha raccolto solo 11 punti, uscendo dalla zona alta che avrebbe garantito gli spareggi per salire di categoria.

‘’La squadra c’era, era abbastanza completa – conferma -  , quindi potevamo finire meglio: nei play off ci saremmo potuti arrivare.  Certo la fortuna che abbiamo avuto nell’andata ci è mancata nel ritorno. A Oleggio, in una partita importante, sullo 0 a 0 abbiamo sbagliato il rigore nel finale e abbiamo perso 2 a 1.  Col Villa vincevamo 3 a 0 ed abbiamo perso 4-3. Risultati che poi pesano…’’.

Davide Daoro, sulla panchina rossoverde da 3 anni, si fermerà  a Crodo anche il prossimo?

‘’No, la società ha deciso di cambiare, quindi vedrò che se salta fuori qualche proposta interessante ….’’

Renato Balducci
Ricerca in corso...