Il calcio dilettantistico locale pensa all'annullamento dei campionati

Se ne parlerà lunedì a Roma

DOMODOSSOLA -

Lunedì, a Roma, dove è fissato un consiglio straordinario della Lnd, se ne saprà di più. Ci saranno tutti i presidenti dei comitati regionali, compreso quello del comitato Piemonte e Valle d'Aosta Mossino. Il Piemonte da questa sera dovrebbe diventare zona gialla, con tutto quello che ne deriverà anche per il mondo sportivo, con nuovo stop ad allenamenti. E tra le società nostrane cresce il partito di chi vorrebbe chiedere l'annullamento dei campionati.

Sul gruppo whatsapp della Promozione Girone A, è emersa una proposta da discutere tra i presidenti ed i loro rappresentanti in un incontro martedi, ovviamente circoscritto. Se ne sono fatti portavoce, tra gli altri, il presidente del Piedimulera Beniamino Tomola, il numero uno del Briga Piergiuseppe Ottone ed il patron del Bulè Bellinzago Luigi Blasi. "Non ci sono le condizioni per andare avanti nei campionati dilettantistici: troppi rischi, troppe mancanze normative. Proporremo a tutte le società di arrivare ad una sorta di documento condiviso per chiedere l'annullamento dei campionati. Siamo in emergenza e la salute viene prima di tutto, anche del calcio" il sunto del pensiero dei dirigenti della Promozione.

Daniele Piovera
Ricerca in corso...