52° Douja d'Or: viaggio tra i sapori di Colline Novaresi e Valli ossolane

 Un viaggio tra i sapori di Colline Novaresi, Lago Maggiore e Valli Ossolane: questo il goloso itinerario che ha coinvolto i cinquanta partecipanti alla degustazione guidata svoltasi martedì 11 settembre su iniziativa delle Camere di Commercio di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola nell’ambito della 52° “Douja d’Or”, il Salone Nazionale di Vini Selezionati che animerà la città di Asti fino a domenica 16 settembre.

Il percorso di scoperta delle eccellenze enogastronomiche del territorio ha previsto l’assaggio di quattro vini, sapientemente presentati dal sommelier Paolo Ferraro che ha illustrato ai presenti le varie fasi della degustazione sensoriale di un prodotto: il Colline Novaresi D.O.C

 

Bianco "Particella 40" 2017, il Valli Ossolane D.O.C. Rosso "Tarlàp" 2016 e due tra i vini vincitori del concorso enologico Calice d’oro Alto Piemonte 2017, in particolare il Colline Novaresi D.O.C. Nebbiolo "Valentina Vendemmia Tardiva" 2011 e il Ghemme D.O.C.G. Riserva "Costa del Salmino" 2009.

 

Oltre ai vini, i partecipanti hanno potuto degustare anche alcuni prodotti tipici, tra cui i prodotti delle associazioni Brisaula della Val d’Ossola, Craver – Formaggi caprini del Verbano Cusio Ossola, Blu Frutti - Associazione produttori di piccoli frutti e ortofrutticoltori e Consorzio Tutela e Garanzia Mieli del Verbano Cusio Ossola.

Presente all’evento anche Piero Minazzi, presidente del Consorzio Tutela e Garanzia Mieli del Verbano Cusio Ossola: «In base alle condizioni climatiche riusciamo a produrre fino a sei tipi di mieli, che vengono sottoposti a due tipi di analisi, una chimico-fisica ed una pollinica: il nostro obiettivo è quello di assicurare al consumatore una garanzia totale in termini di qualità e provenienza, certificata da un apposito bollino, e per questo abbiamo inserito nel nostro disciplinare di produzione regole più restrittive di quelle previste dalla legge nazionale».

Paolo Rovellotti, componente di Giunta della Camera di Commercio di Novara, ha messo in luce le particolarità dell’area del Verbano Cusio Ossola e del Novaresete: «È un territorio che vi invito a visitare e sul quale si stanno compiendo notevoli investimenti, con l’obiettivo di valorizzare un patrimonio di risorse naturalistiche, produttive e culturali di cui sentire parlare in futuro».

Redazione On Line
Ricerca in corso...