Accoglienza dei migranti in Valle Vigezzo, il consiglio comunale di Re per ora non firma il protocollo

re -

Il tema dell’accoglienza dei migranti in Valle Vigezzo è stato discusso lunedì sera in consiglio comunale a Re. “Protocollo tra i Comuni della zona omogenea dell’Unione Montana dei Comuni della Valle VIgezzo per un’accoglienza equilibrata e sostenibile dei richiedenti la protezione internazionale”: questo il relativo punto all’ordine del giorno, che è stato illustrato dal sindaco. “Gli altri cinque Comuni dell’Unione hanno già approvato il piano, manchiamo solo noi. Con questo accordo guardiamo ad un’accoglienza sostenibile a livello di valle. In base ai criteri della Prefettura  - ha spiegato Oreste Pastore dovremmo ospitare 6 profughi per ogni Comune ma ragionando come Unione, ne vengono ospitati 36 a Craveggia presso l’ex casa di riposo” . La discussione ha visto gli interventi dei consiglieri di minoranza Guido Bonzani e Massimo Patritti i quali hanno chiesto di conoscere nel dettaglio i contenuti dell’accordo tra il Ciss e il Comune di Craveggia per la locazione della struttura craveggese e, in particolare, di venire a conoscenza degli obblighi del Comune di Re in merito alle relative spese”. Patritti in particolare ha richiesto che venga istituita un’apposita commissione. Pastore ha quindi proposto il rinvio del punto all’ordine del giorno, per potere avere i dati richiesti. Il punto è stato alla fine rinviato all’unanimità. 

Marco De Ambrosis
Ricerca in corso...