Angeli rubati, il sindaco di Borgomezzavalle: ''Sto con don Luigi''

borgomezzavalle -

‘’Una situazione assurda e paradossale, la ricettazione è un reato! Siamo al fianco di don Luigi’’. Così Alberto Preioni, sindaco di Borgomezzavalle, interviene sulla vicenda  degli angeli rubati  anni fa nella chiesa di Zonca, frazione del paese antronese. 

Don Luigi Tramonti, parroco del paese, è stato convocato in tribunale a Modena perché l’ultimo ‘proprietario’ degli angioletti rubati a Zonca non li vuole restituire. Erano stati ritrovati dai Carabinieri a San Benedetto del Tronto ma il parroco si è visto notificare una convocazione in tribunale perché l’ultima persona, nelle cui mani sono passati, li vuole per sé. ‘’E’ assurdo – dice don Tramonti - , costui ha comperato merce rubata e ora la vuole tenere per sé. Questa è ricettazione, ma la giustizia convoca me’’. 

Una vicenda di cui ha parlato, dopo una notizia dell’agenzia Ansa, anche il giornale ‘’Il Resto del Carlino’’. ‘’Me le hanno rubato le statuette, distrutta la chiesa e ora finalmente ce le hanno riportate, mi dicono che dovrei restituirle.  Poi mi convocano in tribunale a Modena e proprio non capisco perché....’’, dice don Luigi Tramonti al giornale che a sua volta parla  di ‘’vicenda piuttosto singolare’’ . Il giudice Andrea Romito, letti gli atti del provvedimento iscritto nei confronti del presunto acquirente, per il reato di ricettazione e vista l’istanza presentata da quest’ultimo nel mese di agosto, ha fissato l’udienza in camera di consiglio il 24 gennaio. L’acquirente, in sostanza, chiede la restituzione delle opere trafugate dalla chiesa.  

Renato Balducci
Ricerca in corso...