Bannio, dalla Madonna dei Reduci d’Africa alla festa di Santitt

bannio anzino -

La comunità parrocchiale della bassa Valle Anzasca guidata da donFabrizio Cammelli, dopo aver recentemente celebrato le storiche Rogazioni di Castiglione, solennizzerà il mese mariano a Bannio dove, sabato prossimo, 19 maggio, alle ore 20.30, si celebrerà la solenne processione mariana, reintrodotta da don Andrea Primatesta.

La cerimonia, con fiaccolata, prevede un percorso ad anello attraverso le caratteristiche vie del paese con partenza e arrivo nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo.

Sarà portata in processione la statua della Madonna donata dai banniesi “Reduci dalla campagna d’Africa”.

Al rientro nella parrocchiale sarà aperta l’urna di “Santitt” ossia l’urna dei Santi martiri Felice e Vincenzo.

La loro storia e la relativa celebrazione, affonda le sue origini molto lontano nel tempo.

Nel 1849, nella “Raccolta di varie notizie da Bannio”, il sacerdote Bartolomeo Giovanninetti annotava:

«… il motivo che la festa dei Santi martiri Felice e Vincenzo fu fissata la prima domenica di giugno fu per implorare, da detti Santi, oltre alle grazie necessarie, la conservazione dei frutti della campagna e per questo fine fu a pieni voti dai banniesi fissato tal giorno».

 

 

Ricerca in corso...