Borgomezzavalle aderisce all'Associazione Nazionale Città del Castagno

borgomezzavalle -

Oggi i frutti del castagno sono trascurati ma nell'economia alpina del passato avevano una funzione elevatissima ed ecco che a Borgomezzavalle il comune intende valorizzare questa pianta e per questo aderisce all'Associazione Nazionale Città del Castagno. Un sodalizio nato nel 1998 in un vasto territorio dell'Appennino tra Emilia e Toscana, allora corrispondente a quattro Comunità Montane. Ma, da subito, l'orizzonte geografico in cui operare è stato l'ambito nazionale ed europeo: l'Italia ha infatti 275 mila ettari di castagneti e rappresenta pertanto il bacino territoriale ottimale per lo sviluppo di quest'associazione. L'Associazione nazionale Città del Castagno è nata con l'obiettivo principale di unire le forze degli Enti aderenti, coordinando e valorizzando le singole iniziative promozionali e tecniche dedicate al castagno, promuovendo manifestazioni collettive e convegni scientifici, predisponendo materiale divulgativo per la conoscenza e la valorizzazione delle singole zone e favorendo la commercializzazione dei propri prodotti. L'adesione comporta per il comune una spesa di 250 euro all'anno. “A Seppiana un tempo esistevano tantissime piante di castagno – dice Pier Franco Midali- noi speriamo di qualificare e promuovere sempre di più il castagno da frutto e il castagno da legno”. In Ossola le castagne un tempo avevano una funzione rilevantissima. Basti dire che come riferisce il libro dello storico Renzo Mortarotti nel libro L'Ossola nell'età moderna ancora nell'ottocento in certe vallate si assegnava spesso alle spose una pianta di castagno come dote desideratissima. Le castagne poi avevano il pregio di conservarsi a lungo e di poter essere utilizzate per la panificazione con alcuni diversi tipi di cereali poiché il raccolto di granaglie era scarso. Poi l'incuria e da ultimo le malattie ridussero il numero di questi frutti. Quest'adesione si aggiunge a quella dell'Associazione Nazionale città del vino alla quale il paese ha aderito lo scorso anno.

Ricerca in corso...