Calasca, ha chiuso il bar-ristorante “C’era una volta”

CALASCA -

“C’era una volta”: una locuzione che racchiude il destino. A fine anno, infatti, ha abbassato le serrande l’omonimo ristorante pizzeria in località Fornace, Comune di Calasca Castiglione.

In origine il locale era una fornace per la cottura della calce ricavata dalla montagna soprastante. Il toponimo è rimasto a identificare questa porzione di territorio dopo che, nel 1908, sorse la Società Fornace Calce di Calasca. 

Abbandonato a sé stesso l’edificio fu acquistato da Luigi Piffero che ne ricavò un ristorante-pizzeria-discoteca che ben presto diventò il punto d’incontro dei giovani della bassa valle Anzasca; ampio parcheggio, zona sufficientemente isolata per celare le intimità giovanili, pizza e musica a palla.

Dopo un periodo di chiusura, nell’ottobre del 2000 Stefano Zani e Sandra Luchessa riaprirono il locale denominandolo “C’era una volta” e gestendolo fino allo scorso dicembre.

La chiusura dello storico locale si porta via un’epoca, una stagione terminata, lasciando un bagaglio di ricordi.                                                                                                                               (Testo di Marco Sonzogni)

Marco Sonzogni
Ricerca in corso...