Domenica del Giglio ad Anzino

Grande festa per l'apertura dell'Anno Antoniano

anzino -

Domenica 27 gennaio Anzino sarà in festa per l'apertura dell'Anno Antoniano, un anno di celebrazioni per ricordare i 350 anni dell'arrivo del quadro miracoloso di Sant'Antonio di Padova ad Anzino.
In occasione dell'annuale Festa del Primo Miracolo, conosciuta anche come Domenica del Giglio, presiederà la Messa solenne delle 11.00 e il vespro con la processione alle ore 15.00, padre Oliviero Svanera, attuale Rettore della Pontificia Basilica di S. Antonio in Padova, per rinsaldare il legame tra il santuario anzinese e quello padovano.
La festa sarà aperta sabato sera dai vespri, presieduti dal vicario dell'Ossola don Vincenzo Barone, alle ore 20.30.
Al termine, presso il salone dell’Istituto Pubblico, seguirà la presentazione de
“Il Cammino di Sant’Antonio da Assisi a Padova e Anzino”. Il gruppo dirigente

dell'Associazione Cammino di Sant'Antonio, presenterà i percorsi di trekking e pellegrinaggio sulle orme del santo. I cammini con le loro tappe, i posti di assistenza al pellegrino, e i cammini in via di sistemazione e fra questi, presto si aggiungeranno anche i percorsi delle nostre valli che convergono sul Santuario di Anzino.

L’inizio dell'Anno Antoniano sarà preceduto da un triduo di preghiera, con la celebrazione della S. Messa guidato dai parroci ossolani: mercoledì 23 alle ore 20.30, celebrerà don Simone Rolandi, parroco dei paesi ai piedi della Valle. Giovedì sera saranno presenti i sacerdoti dell’Anzasca: don Maurizio Midali e don Giorgio Andreotti.
Venerdì presiederà il moderatore dell'UPM don Massimo Bottarel.

 

 

Walter Bettoni
Ricerca in corso...