Domenico Delbarba, 84 anni e Antonio Bovo, 70, lungo “La Magna Via Francigena”

Torna l’autunno e tornano i pellegrini lungo uno dei tanti Cammini.

Sono nuovamente in viaggio gli instancabili pellegrini di Piedimulera, Domenico Delbarba, 84 anni e Antonio Bovo, 70 anni.

Dopo le varie volte sul Cammino di Santiago o in Italia lungo i diversi Cammini, eccoli in Sicilia per affrontare

“La Magna Via Francigena”, la Sicilia da mare a mare.

Da Palermo ad Agrigento con inizio di fronte alla Cattedrale di Palermo verso Monreale e la sua Cattedrale. Da qui alla Conca d’Oro e alle colline di Santa Cristina Gela, al lago di Piana degli Albanesi. La via prosegue per le distese di grano verso il Santuario di Tagliavia per poi proseguire per Corleone e Prizzi. Si entra nella Riserva Naturale di Monte Carcaci per giungere a Castronovo di Sicilia, centro geografico della Magna Via. Da qui passando si toccano Cammarata, San Giovanni Gemini, Sutera e i borghi rurali di Campofranco, Milena Racalmuto, Grotte, Aragona, il borgo minerario di Comitini per finire con Joppolo Giancaxio. L’ultimo tratto di campagna raggiungerà l’imponente rocca di Agrigento, la sua Rupe Atenea per finire nella Valle dei Templi.

Duecentocinquanta chilometri suddivisi in dieci tappe. Tratturi, antiche strade romaniche o arabo-fenice accoglieranno i due camminatori ossolani immergendoli in un mondo arcaico, in antiche civiltà che hanno mescolato le loro tradizioni ed i loro costumi.

Walter Bettoni
Ricerca in corso...