Federcaccia VCO attacca il commissario di Caccia VCO2: "Acquistata un'auto per darla gratis alla Polizia Provinciale"

SANTA MARIA MAGGIORE -

L'auto della discordia. E' questo l'oggetto della critica avanzata dalla sezione provinciale del Verbano Cusio Ossola di Federcaccia, all'indirizzo del commissario del comprensorio alpino di Caccia VCO2.

 

"Il motivo del contendere è presto detto. Il commissario del comprensorio alpino di caccia VC02 ha deciso autonomamente di acquistare un'auto da dare in comodato d'uso gratuito al corpo di Polizia provinciale del VCO . Il Signor Fausto Braito ex presidente del VC02 ed attualmente commisario dello stesso comprensorio ha informato della sua decisione gli ex consiglieri dell'ex comitato di gestione, diversi di loro hanno espresso parere negativo sull'acquisto e sulla destinazione del mezzo del costo di € 25.000. 
Nessuno è favorevole a tale iniziativa, escluso il commissario che dovrebbe svolgere solo atti di ordinaria amministrazione. 
Il Signor Braito cita un nulla osta (mai e esibito) in cui l'avv.to della Regione Piemonte avrebbe dato parere favorevole all'operazione (avvocato che rilascia un nulla osta?). 
Va aggiunto che non esiste una richiesta ufficiale da parte della Provincia del VCO. 
Il Signor Braito usa i fondi dei cacciatori per fini non istituzionali non previsti nello statuto del comprensorio alpino. Venuta a conoscenza del fatto. la FEDERCACCIA provinciale prima attraverso il uo ex rappresentante in comitato, poi con parere proprio, ha espresso il suo dissenso all'operazione. Il 7 febbraio u.s. Federcaccia ha convocato in Valle Vigezzo a Santa Maria Maggiore un'assemblea pubblica invitando le altre associazioni venatorie e i cacciatori della Valle soci del CA VC02 per dibattere la questione. Ne è uscito un documento, firmato da tutte le associazioni venatorie e da una sessantina di presenti, che esprime il dissenso comune e la volontà delle associazioni di chiedere alla Regione Piemonte la decadenza del commissario Signor Braito, a cui sarà inviata una richiesta di incontro pubblico. I cacciatori soci del CA VC02 chiedono il rispetto delle norme vigenti ed attraverso i propri rappresentanti di essere ascoltati; il dover aiutare un Ente pubblico a volgere le proprie funzioni non devono essere i privati cittadini, forse il contrario".

Federcaccia Vco

Comunicato Stampa
Ricerca in corso...