Il Soccorso Alpino Valle Vigezzo traccia un bilancio del lavoro svolto nel 2017

Allesina: "Grazie di cuore a tutti coloro che sostengono il nostro operato. Eccellente la sinergia tra i vari gruppi COM"

SANTA MARIA MAGGIORE -

Una trentina di interventi, concentrati soprattutto nei mesi di agosto e settembre, con addirittura tre uscite nello stesso giorno per trarre in salvo cercatori di funghi in difficoltà. Il soccorso alpino della Valle Vigezzo stila un bilancio di quanto fatto nell'anno appena concluso. "Del totale, una decina di casi gli interventi sono risultati complessi per il raggiungimento e per il trasporto dell’infortunato con barella e in ore notturne" spiega il capo stazione Davide Allesina - Anche nel 2017 si sono tenuti aggiornamenti ed esercitazioni, con circa 15 giornate di corso, organizzate sia in ambiente estivo che invernale con simulazione su valanga. Inoltre hanno effettuato simulazioni in  collaborazione con la Protezione civile di Malesco". Una trentina le giornate che i soccorritori vigezzini hanno dedicato all'assistenza a  manifestazioni sportive e attività collaterali come la pulizia del percorso vis sana, della ciclabile del fondovalle in collaborazione con gli Amici della Montagna e gli Alpini Toceno, manifestazione Befana dal Campanile a Re, assistenza a gare di corsa in montagna e ciaspolate, assistenza alla Sgamelaa, montaggio e smontaggio bancarelle mercatini di natale a Santa Manta Maggiore". Il periodo più intenso è quello estivo: "Dal mese di giugno a tutto ottobre  - va avanti Allesina - ogni fine settimana due volontari garantiscono la reperibilità in caso di chiamata" evidenzia Allesina. Ottima l'intesa e la collaoborazione con enti e associazioni di valle. "Con gli Amici della Montagna abbiamo effettuato la posa della scultura lignea alla Bocchetta di Moino; con i volontari del Gruppo Ambulanza, l'Aib, i vigili del fuoco e la Società Operaia abbiamo poi organizzato a Toceno in autunno la serata di ringraziamento a Valerio Patritti, ex volontario del Soccorso Alpino,  per le opere scultoree in pietra rappresentanti lo stemma dei gruppi e da lui donate agli stessi. Sempre in collaborazione con i gruppi di volontariato del COM si è dedicata una giornata allo svolgimento di lavori di manutenzione alla sede, con il supporto tecnico dell’Unione Montana di Valle". Il capo stazione del soccorso alpino vigezzino ricorda inoltre la giornata di presentazione del nuovo mezzo. "Il 12 novembre scorso in piazza Risorgimento a Santa Maria Maggiore don Massimo Gavinelli ha benedetto il Quad CAN AM con ruote e cingoli, per il qualle dopo quattro anni si è tagliato il sospirato traguardo, sostenendo una spesa complessiva di circa € 25.000. Al presidente dell'Unione Montana Valle Vigezzo, Enrico Barbazza, ai sindaci vigezzini e a tutti quanti hanno contribuito a rendere possibile l’obbiettivo,  va il nostro sincero ringraziamento. Il nostro grazia va più in generale a coloro che ci seguono e contribuiscono a sostenere il gruppo del Soccorso Alpino di Valle: è grazie alla generosità di persone così che  riusciamo a garantire il costante ammodernamento e rinnovo di attrezzature". Inoltre a nome del gruppo ringrazio anche alcune persone soccorse quest’estate, per il contributo e le parole di gratitudine per quanto abbiamo fatto per portargli soccorso, in particolare per la bella giornata passata in compagnia con i due Vogheresi, i quali hanno offerto il pranzo a tutta la Stazione, al momento dei saluti la persona soccorsa ricambiava con segni di commozione. Infine ringrazio i volontari con le loro famiglie per la disponibilità e caparbietà che dimostrano per fare tutto ciò che vi ho esposto sopra". Di recente si è già svolta un'esercitazione in ambinte invernale. "Si è tenuta alla Piana di Vigezzo, con calate e recupero di infortunato con toboga sia in pista che in fuori pista: attività particolarmente delicata in quanto le soste “il puntodi ancoraggio” risulta improvvisato con i mezzi in dotazione com sci conficcati nella neve o ancoraggio umano con gli stessi volontari che disposti a modo creano un ancoraggio per le operazioni di calata di due soccorritori e dell’infortuinato. Un ringraziamento particolare e un plauso - evidenzia Allesina - va alla nuova società che gestisce la  Piana di Vigezzo, per la dimostrazione di una fattiva e proficua  collaborazione con la locale stazione del Soccorso Alpino. Il prossimo appuntamento ci vedrà impegnati sabato 27 gennaio in collaborazione con ul Grup “La Sfadiàa per la Ciaspolata Cip in Vigezz”, in programma al Centro del Fondo di Santa Maria Maggiore: dalle 14 nell'ambito dell'iniziativa "Sicuri sulla neve" verranno effettuate dimostrazione e prove di utilizzo delle attrezzature (artva, pala, sonda) per chi frequenta l’ambiente invernale per vivere la montagna in  sicurezza. Un doveroso ringraziamento infine per le ultime donazioni  ricevute per il soccorso Alpino Vigezzo: N.N €100; Sig.ri Funk A. € 500; Fam. Barbieri in ricordo della madre € 200; I figli a ricordo della madre Jelmoli M.€ 200; Ferrari Irma a ricordo del figlio € 100; Pro Loco S. M. Maggiore per i Mercatini di Natale € 2000; Guffanti Gianluca per aver offerto il lavoro per le serigrafie del nuovo mezzo Quad; Azienda Besana Claudio per aver offerto prodotti per il rinfresco inaugurazione Quad; le signore dei runditt / stinchet € 210 per contributo durante inaugurazione quad;  gli avventori dei Mercatini di Natale che hanno offerto nella scatola degli scultori con motosega € 310;  Comune di Druogno con l’Unione Montana Ossola € 2000 per contributo Quad, Comune S.M.Maggiore €400 , Comune Malesco € 300; Amici della Montagna con Unione Montana Vigezzo €890 per pulizia ciclabile. A nome della Stazione del Soccorso Alpino Vigezzo auguro a Tutti un Felice Anno di Montagna".

 

Marco De Ambrosis
Ricerca in corso...