La Cassazione: gli angioletti restino a Zonca. Per ora....

borgomezzavalle -

Gli angioletti di Seppiana restano, per ora, alla parrocchia. E’questa la sentenza della Cassazione che ha deciso che le due statue rubate dalla chiesa di Zonca rimangano al parroco.

La storia nasce dal furto, avvenuto tre anni da nella piccola chiesa della frazione montana di Zonca di Seppiana, paese della valle Antrona.

Le statuette, risalenti a fine Settecento, vennero ritrovate nel 2017 dai carabinieri durante un’operazione contro la ricettazione di opere d’arte. Vennero subito  riconsegnate al parroco, ma un collezionista di Modena, che le aveva regolarmente acquistate in un mercatino, aveva fatto ricorso per potersele tenere. Il tribunale di Modena diede ragione all’ultimo proprietario ma il parroco del paese, don Luigi, Tramonti,fece ricorso in Cassazione e ora la Corte gli ha dato ragione decidendo che gli angioletti restino sotto sequestro in valle Antrona.

Ma la telenovela giudiziaria, come spesso succede in Italia, non è finita. La Cassazione rimanda infatti ad un giudice civile la decisione finale sulla proprietà dei due angioletti.

Renato Balducci
Ricerca in corso...