Miele, anche l'Ossola subisce la piaga del nomadismo delle arnie

Crodo -

Interessante convegno  quello organizzato dalla Condotta Valle Ossola di Slow Food, con la collaborazione dell'Istituto Agrario S. Fobelli e l'Associazione Produttori Apistici delle Valli Ossolane, al  convitto dell'Istituto Fobelli di Crodo sabato scorso. La mostra-convegno del Miele ossolanoha vistotrattare argomenti come l'ambiente e la biodiversità in rapporto all’importanza delle api  nell'impollinazione di quasi tutte le forme di vita vegetali. La giornata era dedicata al miele di alta montagna che in Ossola ha molti produttori. Si è parlato anche della legislazione sanitaria ma soprattutto delle caratteristiche organolettiche e fisico-chimiche dei vari mieli prodotti in Italia e in particolare nelle Valli Ossolane. Giacomo Prina, presidente dell’Associazione Produttori Apistici delle Valli dell'Ossola, ha sottolineato il problema della regolamentazione del nomadismo delle arnie, che sta iniziando a creare difficoltà logistiche anche in Ossola per la presenza di apicoltori provenienti da altre province e regioni. Durante la giornata la degustazione dei mieli portati dai vari produttori e di altre specialità tipiche ossolane.

Renato Balducci
Ricerca in corso...