Musica elettronica e percussioni nel cuore della pineta vigezzina con “Deep in the tree”

SANTA MARIA MAGGIORE -

È stato l'evento dance più suggestivo dell'estate 2017, che ha animato la meravigliosa pineta di abeti rossi secolari a Santa Maria Maggiore, in Valle Vigezzo, e fatto ballare cinquecento persone nell'arco dell'intera serata, fino a notte fonda. Deep in the tree torna quindi a gran voce nel 2018, con le sue peculiarità di evento unico, tanto per le proposte musicali, quanto per la sede assolutamente inedita. La cornice è quella delle Alpi Lepontine, a due passi dal Lago Maggiore e dalla Svizzera. La musica sarà un mix tra l'elettronica techno e tech-house del dj e produttore Luca Pedrazzoli e la ritmica acustica delle percussioni di Davide Merlino, anticipate dal “warm up” deep e tech-house di Piero Biaggi. La data da segnare in calendario è sabato 11 agosto, a partire dalle 23.30. L'ingresso è gratuito. Il luogo esatto? Basterà raggiungere l'area della pineta (nei pressi del maneggio) di Santa Maria Maggiore (VB),in Val Vigezzo e da lì lasciarsi guidare dai suoni (e dalle luci)...

Un coinvolgimento reso possibile grazie a ritmi e location speciale: il pubblico vivrà un'esperienza musicale letteralmente immerso in un bosco di conifere, il palco sarà allineato a terra, senza distinzione tra artisti e pubblico. Alberi che sembreranno animarsi a ritmo di musica, grazie alle installazioni luminose pensate ad hoc per questa inconsueta sala open-air. E in cielo le mille stelle del cielo di montagna, uniche spettatrici immobili dello show.

Il percorso musicale di Luca Pedrazzoli, giovane dj/producer italiano, classe 1993, inizia con la sperimentazione nel campo del djing, amante dei dischi in vinile e delle sonorità più underground. Fin da subito nasce in lui il desiderio di produrre musica, di giorno in giorno cresce il suo amore per i synth e le drum machine, tanto da portarlo a studiare pianoforte per poterne sfruttare al meglio le potenzialità. Nel 2017 collabora con varie etichette italiane, in quell’anno Luca rilascia 3 E.P. ed un singolo. A febbraio 2018 esce “Purple Street E.P.” sull’etichetta londinese “Cocunà Records”, “Pond” una delle quattro tracce che lo compongono entra nelle classifiche dei dischi più venduti su Traxsource, posizionandosi 2° nella classifica techno e 17° in quella generale.

Davide Merlino rappresenta il prestigioso lato acustico di questa serata: laureato in percussioni classiche, vincitore nel 2010 del Concorso Internazionale PercFest, è presente nella sezione “Vibrafono Jazz” nelle classifiche Top Jazz e Jazzit Awards dal 2011. Vanta collaborazioni importanti in ambito classico, jazz, elettronico. Partecipa a numerosi dischi, tra cui “Nest of giants” con i Mu, album prodotto da Birgir Jón "Biggi" Birgisson (già produttore dei Sigur Ros). Sue composizioni vengono trasmesse dalle reti nazionali RAI e suona più volte dal vivo a RadioTre RAI. I ritmi acustici delle sue percussioni inonderanno la pineta vigezzina, in un interessante dialogo artistico con l'elettronica del dj Luca Pedrazzoli.

Piero Biaggi, classe 1975, attualmente è resident al Jazz Cafè di Milano e al Mama Cafè di Tradate. Dal 2012 al 2015 ha condotto su Radio M2O la rubrica “Mashup in the Box” nel programma Molly Box di Molella. Il suo sarà uno show in grado di anticipare la nottata di “Deep in the tree” con suoni deep-house e tech- house.

Una serata gratuita che non vuole limitarsi al puro divertimento di una notte di ballo, ma – anche grazie alla sede unica immersa nella natura – si propone quale evento “pensato per giovani pensanti”: è #DrinkButThink l'hashtag della serata, bevi responsabilmente, o meglio “bevi, ma pensa”. Le birre artigianali portate in pineta dall'Associazione LE FAINE saranno la linfa di una nottata responsabile e coinvolgente.

L'evento è gratuito. In caso di maltempo sarà rinviato a lunedì 13 agosto.

Ricerca in corso...