Più soldi per Vogogna dai canoni BIM

Vogogna -

Incasserà 50 mila euro di arretrati e una maggiorazione di 11 mila euro in oneri aggiuntivi l'anno il Comune di Vogogna grazie alla sentenza della Cassazione che rivede i criteri sui canoni imbriferi (BIM). Lo ha annunciato  il sindaco di Vogogna, Enrico Borghi, durante il consiglio comunale di sabato mattina. Tra le sue comunicazioni anche la richiesta al Banco Popolare, che ha chiuso l'agenzia che c'era in paese come ha fatto anche in altri centri del VCO scatenando polemiche, di mantenere almeno un bancomat nell'ex filiale.
E' stato approvato il computo tecnico relativo al recupero dell'ex bulloneria Morino, passaggio che permette di arrivare al programmi quadro che consentirà, con la strategia sulle Aree Interne, di attivare nel 2019 l'intervento sull'ex bulloneria. Infine il sindaco ha ricordato che Vogogna ha ricevuto a Roma il riconoscimento per l'alta percentuale di rifiuti differenziati raccolti in paese, pari all'80 per cento.

Renato Balducci
Ricerca in corso...