Presentata al Rosmini di Domodossola la terza edizione di StudentChef

DOMODOSSOLA -

L'iniziativa è nata dalla collaborazione tra il circuito Km0.menu e gli istituti alberghieri “Formont” di Villadossola e “Mellerio Rosmini” di Domodossola per valorizzare il patrimonio enogastronomico dell'Ossola. “Gli studenti che frequentano questi istituti alberghieri saranno i nostri Chef di domani. Intendiamo favorire fin da subito - ha spiegato Marco Chiolini creatore di Km0 - l’incontro dei ragazzi con le aziende locali facendone apprendere il valore, le tradizioni e la straordinaria qualità. Il progetto va quindi ben oltre le serate che abbiamo organizzato”. In ogni cena ci saranno quattro portate: un antipasto, un primo, un secondo e un dolce, tutte accompagnate da bevande locali. Per la realizzazione di ogni portata sarà composta una brigata mista formata da quattro componenti di ogni istituto.

I commensali potranno valutare le singole portate attraverso le schede distribuite durante la serata che terranno conto di impiattamento, originalità, gusto. Alla fine della serata verranno sommati i punteggi raccolti in sala decretando così la squadra vincitrice che verrà premiata. Sarà inoltre presente una “giuria di qualità” formata dai produttori delle materie prime che esprimerà un giudizio speciale che verrà sommato a quelli della sala.

Prima di ogni piatto, ciascun componente della giuria darà una brevissima illustrazione della propria materia prima utilizzata nella composizione della pietanza. Grazie alla collaborazione con l'associazione Cooking for alp i vincitori potranno svolgere uno stage presso alcuni ristoranti aderenti all'associazione. Proprio in questo periodo i vincitori dello scorso anno stanno partecipando ad uno stage al “Divin Porcello” e stanno lanciando un nuovo piatto si tratta di un primo piatto chiamato in dialetto la “Scuela” ovvero la scodella a base di polenta e formaggio, patate e radicchio. “E' un piacere per noi aderire all'iniziativa – ha detto Mauro Tiboni dell'associazione Cooking for alp- abbiamo riscontrato nei ragazzi grande disponibilità e i ristoratori sono felici di dare una mano ai ragazzi a crescere”. Le serate di quest'anno si svolgeranno il 20 novembre al Formont, il 4 dicembre al Rosmini, il 22 gennaio al Formont e il 5 febbraio al Rosmini. Quest'anno per coinvolgere anche i ragazzi di sala verrà creato un cocktail da servire con l'antipasto. Alla presentazione sono intervenuti inoltre gli chef dei due istituti e la coordinatrice didattica del Rosmini Elena Beltrami.

 

Ricerca in corso...