Presentato il nuovo quad del soccorso alpino vigezzino

SANTA MARIA MAGGIORE -

La stazione vigezzina del soccorso alpino si è dotata di un nuovo mezzo. Si tratta di un quad, un fuoristrada attrezzato sia di pneumatici estivi che di cingoli, per operare in ambiente invernale. Il mezzo è stato presentato domenica mattina in piazza Risorgimento a Santa Maria Maggiore. "In valle abbiamo circa 80 chilometri di piste agro-silvo-pastorale e con questo fuoristrada potremo operare più celermente - ha spiegato Davide Allesina, responsabile del soccorso alpino Valle Vigezzo -. Ci mettiamo anche a disposizione dei Comuni. qualora ci venisse richiesto, per interventi di protezione civile". Il mezzo, costato 24.500 euro, è stato acquistato grazie alla grande solidarietà dimostrata da enti, associazioni, vigezzini e turisti. "Un terzo del costo è stato sostenuto dall'Unione Montana Valle Vigezzo ma il contributo è stato significativo da parte di tutti i Comuni come pure da parte di enti, privati e aziende, residenti e villeggianti. Abbiamo avviato la sottoscrizione nel 2014 e in tre anni abbiamo raggiunto lo scopo. Il nostro sincero ringraziamento - ha aggiunto Allesina - va davvero a tutti. Ringrazio anche le associazioni di volontariato presenti qui stamane, con cui collaboriamo e abbiamo un ottimo rapporto. Un ultimo, ma non ultimo, grazie va a tutti i volontari della stazione Valle Vigezzo del soccorso alpino, per l'impegno che dedicano e la grande disponibilità e alle loro famiglie, per la pazienza e comprensione visto il tempo che gli sottraggono per dedicarlo al soccorso alpino: solo durante il periodo dei funghi abbiamo effettuato trenta interventi in quindici giorni". Il presidente dell'Unione montana Valle Vigezzo, Enrico Barbazza, nel ringraziare il soccorso alpino per il lavoro che svolge, ha sottolineato l'importanza di "tutti i volontari delle associazioni della valle". "Sosterremo anche altri progetti - ha detto - come quello per la nuova autobotte dei vigili del fuoco". Alla benedizione del mezzo da parte di don Massimo Gavinelli, è seguito il taglio del nastro. "Mi unisco alle parole di ringraziamento di Davide" ha detto il vicepresidente regionale del soccorso alpino, Felice Darioli. Presente a Santa Maria Maggiore anche il vice delegato della Decima delegazione Valdossola del CNSAS, Marco Castelli, e i soccorritori del Sagf della Guardia di Finanza. Presenti anche diversi volontari e rappresentanti di enti e associazioni vigezzine, tra i quali: vigili del fuoco, gruppo ambulanza, Alpini, Cai Vigezzo e Amici della Montagna.

 

 

Ricerca in corso...